19 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Giovanni Trapattoni 84 anni, grande tecnico e uomo buono

Il compleanno di Giovanni Trapattoni, fornisce l’occasione di parlare di un grande allenatore e di un uomo buono e perbene. Il rapporto con la nostra città, lui di Cusano Milanino,  è sempre stato molto stretto tanto da celebrarlo con una Spiga d’Oro conferitagli dal Comune.

Il suo fare, sempre affabile, l’ho ancora di più apprezzato quando da giornalista ho avuto modo d’incontrarlo in moltissime occasioni. Amava prendermi in giro. Come quando dovevo condurre un dibattito di calcio a Cusano e sul manifesto c’era scritto un improbabile “… conduce il bravo giornalista di Radio Lombardia …” Quando arrivò disse: “Ah, saresti tu il grande giornalista?” e aveva ragione. Oppure quella volta, ero in pieno centro di Milano con il mio fido operatore Enea Sansaro e lui dalla sua auto mi apostrofò con: “Hai finito di andare in giro a fare danni?” Sempre condendo il tutto con un amabile sorriso. La sua carriera, prima da grande mediano del Milan e poi da tecnico, parla per lui e sono i titoli accumulati che lo testimoniano. Aveva un buon rapporto con i giornalisti, cosa rara. Ma non sopportava i presuntuosi, di ogni genere.

Non mancò di dimostrarlo in un’occasione della quale sono stato testimone. Eravamo, nell’aprile del ’90, negli spogliatoi di Genoa-Inter e la partita era stata sospesa e rinviata, solo dopo dieci minuti dall’inizio, a causa delle impossibili condizioni del terreno di Marassi. I grifoni avevano segnato e in sala stampa fece irruzione l’onorevole (liberale) Alfredo Biondi, che sebbene di Pisa era un tifosissimo dei rossoblù. Si mise ad urlare sul “…furto dell’Inter” condito dal classico “Non sa chi sono io…” A quel punto il Trap, consapevole di quante disgrazie possa portare un pisano alla porta, gli intimò di tacere dicendo: “O parliamo di cose tecniche o sarò io ad andarmene”. E Biondi, da tifoso becero si fece agnellino anche perché tutti i colleghi lo stavano mandando a quel paese.

Questo è Giovanni Trapattoni al quale auguriamo, insieme al nostro giornale: “Cento di questi giorni!”.

Ivano Bison

Articolo precedente

Il centrosinistra presenta Luca Ghezzi. “Ascolteremo la città”

Articolo successivo

La Città Giusta sta con Ghezzi. Tutti uniti alla sinistra del PD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *