28 Febbraio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Monumento al Deportato, ancora uno sfregio vandalico al Parco Nord

Ancora un atto vandalico ai danni del Monumento del Deportato al Parco Nord. La segnalazione arriva da l’Anpi. Il monumento è collocato in un luogo simbolo della Resistenza, ovvero nel comune di Sesto San Giovanni, dove una volta sorgevano strutture della Breda. Le deportazioni avvennero durante il periodo della Repubblica di Salò, quando furono eseguiti moltissimi arresti di operai nelle fabbriche del territorio, a seguito dei primi grandi scioperi (nel 1944) organizzati dal CNL .

Arresti e deportazioni in Germania che coinvolsero cittadini non solo di Sesto ma anche di Cinisello Balsamo e di altri comuni dell’area Nord. Molti di loro non fecero più ritorno. Tuttavia, continuano gli atti di sfregio di della storia e della Memoria. “La vergognosa vandalizzazione costituisce un’ignobile offesa alla Memoria di tutti coloro che persero la propria vita, a seguito della deportazione nei lager nazisti, per avere fatto una scelta coraggiosa: quella di opporsi alle nefandezze del nazifascismo – ha detto in un commento, Roberto Cenati, presidente di Anpi Milano -. L’episodio ci preoccupa e deve spingerci a tenere più che mai vivi i valori della Resistenza legati alla conoscenza storica e ai principi della nostra Carta
Costituzionale, per contrastare pericolose rimozioni e derive”

Ivano Bison

Articolo precedente

Pasti caldi ai bisognosi. L’iniziativa di McDonald’s per Cinisello

Articolo successivo

Arrivano i semafori intelligenti in città. Ecco dove trovarli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *