23 Febbraio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Scuola Anna Frank: il Comune polemizza, il Comitato ribadisce: “Vogliamo risposte”

In una nota, ricca di aggettivazioni negative nei confronti de “la Città”, il Comune risponde ad un nostro articolo dal titolo: “Rischia di chiudere la scuola Anna Frank”.

Nell’articolo si forniva voce al “Comitato Montessori” che si interrogava sugli sviluppi e sugli esiti relativi alla scuola di via Friuli, nel quadro di un progetto già da noi reso noto. Nel pezzo si evidenziava la richiesta di un suo coinvolgimento, per stare al passo con l’andamento dei lavori e le conseguenti azioni che interesseranno gli alunni e le famiglie.   

“In riferimento al destino dell’Istituto Anna Frank, descritto in maniera del tutto fuorviante sulla testata de “La Città” di oggi 7 febbraio – scrive M. Gabriella Fumagalli, Assessore alle Politiche Educative Formazione Lavoro – ricordiamo che si tratta di un progetto ben più ampio di riqualificazione del quartiere Crocetta sul quale questa Amministrazione ha deciso con forza di investire 25 milioni di euro con il progetto Entangled (15 milioni), il biciplan (2,5 milioni), l’acquisto da parte di Regione dello stabile Aler di via Friuli (8milioni).

Dal 2021, anno di ottenimento del finanziamento ad oggi -continua Fumagalli – abbiamo dialogato e interloquito con i diversi stakeholders del quartiere e, nelle prossime settimane il progetto “Entangled”, le cui azioni sono ancora in corso di progettualità e oggetto di continue interlocuzioni con i soggetti coinvolti, sarà oggetto di nuove riunioni con tutti gli attori interessati e, a seguire, con tutta la cittadinanza. Pertanto quanto riportato sul giornale rispetto a un mancato coinvolgimento non corrisponde al vero” Inoltre, in conclusione, l’assessore Gabriella Fumagalli afferma: “Smentiamo la notizia dello spostamento di tre classi già da aprile e dell’abbattimento della scuola Anna Frank nel mese di giugno”

Non si è fatta attendere la replica da parte del “Comitato Montessori”. È arrivata a stretto giro, con parole che sembrano non collimare con quanto detto dal Comune.

“La Giunta comunale ha approvato il progetto “Entangled” il 21 novembre 2022 e la delibera è stata pubblicata nel mese di dicembre. Con rammarico – dicono dal Comitato – ci troviamo oggi di fronte a decisioni definitive senza che la Città, il Quartiere, le scuole e i genitori siano mai stati coinvolti. Non abbiamo idea di quali siano gli stakeholders di cui parla l’Assessore Fumagalli. Quello che sappiamo è che solo ora – precisano i componenti del Comitato – a seguito della nostra pubblica denuncia, il Comune ha comunicato di voler incontrare la cittadinanza per esporre il progetto. Per quanto ci riguarda chiediamo risposte alle preoccupazioni che sono sorte leggendo la delibera – sottolineano, per poi domandarsi – Quale sarà la collocazione dei 700 bambini delle scuole Lincoln e Anna Frank durante gli anni previsti per la realizzazione dei lavori? Quali azioni l’Amministrazione ha previsto per salvaguardare e valorizzare l’unità e l’eccellenza del metodo Montessori nella scuola pubblica a Cinisello Balsamo?” Così, dal “Comitato Montessori”, chiudono la propria replica.

Per quanto attiene il nostro giornale seguiremo con la consueta attenzione ogni altro sviluppo della vicenda.

N.d.R Per meglio comprendere: Stakeholder = Portatore di interessi                              

Ivano Bison

Articolo precedente

Mercatini, laboratori e animazione. Riparte la Casa di Cittadinanza

Articolo successivo

Polemiche sul Giorno del Ricordo. ANPI diserta la cerimonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *