1 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Stangata sui nidi, aumenti fino a 55 euro al mese. “Un macigno sulle famiglie”

“È impensabile che ci siano questi rincari che vanno a gravare sulla situazione economica di famiglie che si trovano già in difficoltà a causa del caro bollette”. E’ il commento di Marco Pilotti, segretario PD di Cormano alla notizia dell’aumento, deciso dalla giunta di centrodestra, delle rette degli asili nido.

Un ritocco tariffario che sta facendo discutere in città per via delle dimensioni piuttosto considerevoli. Per mandare un figlio al nido a tempo pieno le famiglie con un reddito Isee tra i 20 e i 25 mila euro, che sono la maggioranza dei nuclei, pagheranno 475 euro al mese: 55 euro in più rispetto allo scorso anno. Mentre per la fascia di reddito più alta l’aumento è di 15 euro al mese. Rincari contenuti, ma comunque significativi, anche per le altre fasce di reddito più basse.

La giunta, di solito solerte nel maneggiare notizie ogni giorno, non ha pubblicizzato gli aumenti che comunque stanno creando più di qualche mugugno nella popolazione dei genitori e tra le fila dell’opposizione in consiglio comunale. “Se aggiungiamo che è stato messo a bilancio un altro milione di euro di multe che si somma a più di un milione già incassato negli anni scorsi, questa decisione risulta quantomeno incomprensibile”, conclude Pilotti.

Fabrizio Vangelista

Giornalista, scrittore. Direttore de La Città

Articolo precedente

Una bacheca online per le associazioni di volontariato

Articolo successivo

Smartworkes sempre reperibili ma poco pagati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.