1 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Ho messo le ali, un racconto per pensare

L’Associazione Amici Casa dell’Accoglienza, storica realtà cittadina a sostegno dei più deboli, presenta il coinvolgente libro di Maria Giovanna Farina Ho messo le ali edito da Rupe Mutevole. L’appuntamento è previsto per domenica 6 novembre alle 16.00 presso la Sala Tea della Casa dell’Accoglienza in via Sant’Ambrogio 20 a Cinisello Balsamo con l’intervento di Lucia Esposito come moderatrice.

Chi non ha mai desiderato un paio d’ali per fuggire altrove e lasciare il grigiore e le negatività del mondo che ci circonda? Questo racconto di Maria Giovanna Farina è la storia autentica di una donna che con determinazione trasforma in pratica il pensiero di un filosofo, una sorta di maestro che le ha insegnato come ritrovare la luce nel buio più profondo. Così affronta con caparbietà il rischio di lasciarsi sopraffare dell’anoressia e si eleva, mettendo in un certo senso le ali, impegnandosi ad aiutare gli altri e iniziando una nuova vita. Riesce a non soccombere più alle prevaricazioni e insegna come affrontare le difficoltà a chi incontra sul proprio cammino. La protagonista di questa storia diviene simbolo del riscatto femminile e rivendica il suo ruolo paritario nella società accanto all’uomo.

Un volume scritto per le donne, ma utile davvero a tutti per riflettere su tematiche d’attualità.

Emanuele Lavizzari

Dopo un titolo accademico in Lingue e Letterature Straniere ha lavorato in ambito turistico-alberghiero tra Spagna, Italia e Germania. In seguito a un master universitario in ideazione e produzione audiovisiva approda al giornalismo. Ha collaborato con alcune testate locali in Lombardia, prima di giungere all’Associazione Italiana Sommelier Editore, dove attualmente è responsabile del coordinamento redazionale, delle attività sul web e dell’ufficio stampa. Ama l’impressionismo musicale, la poesia simbolista e le contaminazioni fra generi nella musica e nella letteratura. Passa agevolmente da una tastiera di pc a quella di un pianoforte, anche se tra i due preferisce decisamente il secondo. L’ultima fatica è una laurea magistrale in Scienze della Musica, con una tesi sul compositore spagnolo Manuel de Falla. Suoi grandi interessi sono anche l’atletica leggera e la televisione. Ha corso tanti chilometri in pista, su strada e su percorsi campestri e non si è ancora stancato di farlo.

Articolo precedente

Bì, stop all’infanzia. La giunta di destra a caccia di finanziamenti

Articolo successivo

Un parco al generale Dalla Chiesa. Oggi l’intitolazione alla presenza dei figli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.