1 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Approvati i lavori per vecchi e nuovi marciapiedi. Ecco dove

Sono stati approvati dalla Giunta alcuni progetti di riqualificazione dei marciapiedi cittadini. Ad essere interessati dagli interventi la centrale via XXV Aprile, alcune vie dei quartieri di Balsamo, Sant’Eusebio e Crocetta. In particolare sono state individuate soluzioni puntuali in relazione alle varie tipologie di intervento a seconda che riguardino tratti di marciapiedi esistenti o da realizzare ex novo, con il duplice scopo di mettere in sicurezza i pedoni e ripristinare il manto dissestato dalle radici delle piante.

L’intervento più impegnativo riguarderà via XXV Aprile, le segnalazioni di cittadini e commercianti troveranno risposta grazie al ripristino delle porzioni di marciapiede, oltre al rifacimento delle cordonature in granito delle isole verdi intorno ai tronchi.

Altri interventi seguono alle esigenze manifestate dai cittadini, come in via Binella, nell’incrocio con via Fra Savonarola, dove la carreggiata stradale sarà pareggiata a livello dei marciapiedi esistenti con finitura in asfalto resinato rosso, oppure in via Fratelli Rosselli, nel tratto compreso tra via XX Settembre e via Grandi attualmente sprovvisto di marciapiede e che ne vedrà la realizzazione ex novo senza tuttavia eliminare posti auto.

L’isolato intorno alla sede dell’ASST Nord Milano, tra le vie Oggioni, Beretta e Deledda, sarà oggetto di intervento e di ampliamento del marciapiede circostante la recinzione. Si tratta di una prima riqualificazione inserita nel progetto che porterà il prossimo anno all’apertura di una casa di comunità.

“Questo piano di intervento punta al decoro della città e ad eliminare le situazioni di degrado, oltre a garantire la percorribilità in sicurezza dei marciapiedi della città e l’accessibilità di persone disabili. Passo dopo passo, confidiamo di restituire ai cittadini una città rigenerata”, commenta il sindaco Giacomo Ghilardi.

Fabrizio Vangelista

Giornalista, scrittore. Direttore de La Città

Articolo precedente

Lo sguardo delle donne su “Irina Palm”

Articolo successivo

“Festa” di compleanno al Bì, dopo 13 anni perde anche il Museo del Giocattolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.