29 Settembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Rifiuti, schiamazzi e traffico. Crescono le segnalazioni dei cittadini

Primo bilancio per il servizio di segnalazione diretta dei cittadini alla polizia locale, entrato in funzione lo scorso settembre a Cinisello Balsamo. Il comune si dice soddisfatto dei risultati: ad oggi le richieste indirizzate al comando sono state complessivamente 228, oltre il 40% dei casi riguarda la segnalazione di irregolarità nella circolazione stradale, il 17,54% gli schiamazzi o gli assembramenti.

Significative anche le segnalazioni di veicoli in stato di abbandono, pari al 16,67%. Seguono le segnalazioni relative a irregolarità commerciali, che sono il 6,58% del totale, e quelle che riguardano la conduzione irregolare di un animale, 5,70%. Le segnalazioni che si riferiscono a illecito conferimento dei rifiuti rappresentano il 3,95%, mentre l’illecito utilizzo delle aree verdi arriva al 2,63%.

Il filo diretto presente sul sito del comune per comunicare con la Polizia Locale si sta rivelando un canale importante per rispondere in modo sempre più efficace, sistematico e tempestivo alle tante richieste e segnalazioni dei cittadini, fa sapere il comune. Ma è senza dubbio anche uno strumento utile per monitorare le principali criticità e per la programmazione e l’organizzazione del lavoro dei diversi uffici.

Il canale delle segnalazioni – che i cittadini possono indirizzare ai diversi uffici comunali e non solo al Settore Polizia Locale – consente infatti di inviare in modo molto semplice e intuitivo la segnalazione all’ufficio competente e provvede in automatico alla protocollazione necessaria per dare avvio ad accertamenti o interventi, Oltre alla richiesta, è possibile inoltrare eventuali allegati.
Le segnalazioni vengono successivamente classificate per tipologia così da permettere una più immediata presa in carico.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Annullata l’assegnazione del centro sportivo Scirea. Fermi gli altri bandi

Articolo successivo

Corsa per i lavori nelle scuole prima dell’inizio del nuovo anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.