30 Novembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Dal comune un contributo di 70mila euro agli oratori estivi

Settantamila euro di contributo agli oratori estivi da parte del comune di Cinisello Balsamo. Si rinnova anche per questa stagione l’accordo di collaborazione integrato nel programma Cinisummer come nei due anni precedenti.

“L’accordo intende arricchire l’offerta educativa e aggregativa proposta dagli oratori ampliando la fascia di età, che comprende dai bambini di 6 anni fino agli adolescenti di 17 anni, e dedicando particolare attenzione all’integrazione di minori con bisogni educativi speciali certificati che necessitano di un rapporto educativo individualizzato”, scrive il comune in una nota.

Gli oratori, da sempre attenti all’integrazione nel contesto sociale dei giovani, si impegnano a favorire l’inclusione di minori con disabilità che frequentano le proposte estive; mentre l’Amministrazione comunale garantisce, oltre al contributo stanziato, un ulteriore sostegno economico per offrire ai minori con disabilità certificata un’assistenza individuale adeguata a ogni attività, anche grazie al personale specializzato di IPIS – Insieme per il sociale che ne agevolerà l’inserimento e la partecipazione.

L’obiettivo dell’accordo è quello di promuovere un’offerta integrata con la rete territoriale di associazioni e realtà dai fini educativi, ricreativi e sportivi per la realizzazione di iniziative e laboratori condivisi.
Il progetto educativo proposto dagli oratori comprende anche la proposta di vacanze estive in diverse località che permettano ai ragazzi più grandi di vivere un’esperienza comunitaria intensa, in grado di stimolare la loro autonomia e sollecitare la solidarietà fra compagni.

“Con questo accordo intendiamo valorizzare il pluriennale lavoro educativo degli oratori cittadini, a cui riconosciamo un importante ruolo sociale per i giovani e le famiglie. Le settimane di ‘oratorio feriale’ sono sempre state un punto di riferimento in città, così come le vacanze e i campeggi organizzati che si distinguono come una bella opportunità per misurarsi con le prime esperienze di indipendenza in un ambiente protetto” sono le parole del sindaco Giacomo Ghilardi e dell’assessore alle Politiche educative Maria Gabriella Fumagalli, che aggiungono: “Gli oratori costituiscono un tessuto ideale per la connessione con le altre realtà del territorio e, in particolare, per l’inclusione di bambini e ragazzi che necessitano di bisogni educativi speciali. A loro dedichiamo un sostegno economico ulteriore, attraverso il personale dell’Azienda Speciale Consortile IPIS, per sviluppare progetti individuali di accompagnamento”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Servizi ridotti e ginecologi scomparsi. L’agonia dei consultori di Cinisello

Articolo successivo

Cinisello perde Bruna Megliani, testimone rigorosa della memoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.