4 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Centro Ripamonti, trent’anni di impegno sul territorio

Far parlare correttamente i più piccoli e assisterli con competenza e professionalità nella loro crescita. Ecco in estrema sintesi l’attività del Centro Ripamonti onlus, la cooperativa sociale con sede in via Sormani 44 a Cusano Milanino, che celebra proprio quest’oggi, in presenza del Sindaco e di alcuni altri primi cittadini di comuni limitrofi, il proprio trentesimo compleanno.

La cooperativa sociale nasce nel 1992 per iniziativa di un gruppo di genitori di bambini in cura dalla logopedista Itala Riccardi Ripamonti. L’attività a dir poco pioneristica avviata dalla dott.ssa Ripamonti e dalla psicomotricista Silvana Dierico Simonato ha così avuto un seguito in questo centro, che a meno di due anni dalla fondazione ottiene il convenzionamento con il Sistema Sanitario Nazionale e dal 2006 è accreditato anche al SSN di Regione Lombardia.

Sono i numeri che attestano il valore di questa realtà: 200 pazienti in età evolutiva all’anno in carico riabilitativo per un totale di 18.000 terapie erogate (di cui 91% in convenzione SSN) e circa 500 pazienti di passaggio ogni anno per prime osservazioni, controlli, certificazioni in regime privato e consulenze. Partiti inizialmente con una decina di dipendenti, l’attuale organico ha raggiunto i 34 collaboratori (di cui 32 donne) tra logopediste (13), psicomotriciste (5), musicoterapiste (2), psicologhe (6), neuropsichiatra infantile, riabilitatrice del gesto grafico, pedagogista, oltre a uno staff di segreteria e amministrazione di 4 persone, a cui si aggiunge la Presidente Annalisa Cozzi, mamma di un bimbo con problemi di sordità, imprenditrice e instancabile sostenitrice della cooperativa.

Significativa è la ricerca scientifica svolta, con numerose pubblicazioni a firma della dott.ssa Ripamonti e di altre professioniste del centro, mentre costante è la raccolta di dati per verificare l’efficacia dei servizi erogati nell’ambito della terapia del linguaggio, dei disturbi dell’apprendimento e dell’età evolutiva.

La celebrazione della giornata odierna rappresenta anche una sorta di inaugurazione dell’ingrandimento del centro, evento rimandato negli anni passati a causa della pandemia, che ha ricevuto dal Comune di Cusano Milanino ulteriori spazi in affitto nella palazzina adiacente la sede storica per una superficie totale di 950 mq.

Le statistiche attestano che la metà dei fruitori dei servizi del Centro Ripamonti è costituita dai piccoli cittadini di Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino e Paderno Dugnano. L’auspicio da parte di tutti, dunque, è che la cooperativa possa continuare il percorso intrapreso e ampliare i servizi in convenzione o a costi calmierati per consentire a un’utenza sempre più ampia di ottenere assistenza qualificata in tempi contenuti, soprattutto perché gli interventi in età evolutiva necessitano di risposte rapide ed efficaci.    

Emanuele Lavizzari

Dopo un titolo accademico in Lingue e Letterature Straniere ha lavorato in ambito turistico-alberghiero tra Spagna, Italia e Germania. In seguito a un master universitario in ideazione e produzione audiovisiva approda al giornalismo. Ha collaborato con alcune testate locali in Lombardia, prima di giungere all’Associazione Italiana Sommelier Editore, dove attualmente è responsabile del coordinamento redazionale, delle attività sul web e dell’ufficio stampa. Ama l’impressionismo musicale, la poesia simbolista e le contaminazioni fra generi nella musica e nella letteratura. Passa agevolmente da una tastiera di pc a quella di un pianoforte, anche se tra i due preferisce decisamente il secondo. L’ultima fatica è una laurea magistrale in Scienze della Musica, con una tesi sul compositore spagnolo Manuel de Falla. Suoi grandi interessi sono anche l’atletica leggera e la televisione. Ha corso tanti chilometri in pista, su strada e su percorsi campestri e non si è ancora stancato di farlo.

Articolo precedente

Di Stefano diserta il confronto pubblico con Foggetta. Per la seconda volta

Articolo successivo

Foggetta crede alla rimonta. Stasera festa di chiusura a Sesto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.