18 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

50 anni fa i primi nidi. Cinisello festeggia con una mostra e un convegno

50 anni di asili nido a Cinisello Balsamo. Il comune commemora l’apertura dei primi asili nido comunali, con un convegno e una serie di laboratori per famiglie in Villa Ghirlanda Silva sabato 18 giugno 2022 e una mostra fotografica all’aperto in piazza Gramsci dal 14 giugno al 17 luglio 2022.

Neanche un anno dopo l’approvazione della legge che istituiva gli asili nido comunali – il 6 dicembre 1971 – il Comune di Cinisello Balsamo si assunse l’impegno di ospitare dei nuovi asili nido nei locali di un negozio in Via Marconi, di un ex supermercato in Via San Carlo e di un grande appartamento di Viale Fulvio Testi. La strada percorsa da allora viene restituita nel convegno dal titolo “IMPRONTE, tracce lasciate nel tempo all’interno dei nidi comunali di Cinisello Balsamo”, per soffermarsi sui servizi educativi contemporanei di fronte a una platea di operatori coinvolti nell’ambito dell’infanzia, offrendo spunti interessanti anche per un pubblico generico.

La giornata di sabato 18 giugno si apre alle 9 nella Sala dei Paesaggi con i saluti istituzionali del sindaco Giacomo Ghilardi, dell’Assessore regionale alla Famiglia e Solidarietà sociale Alessandra Locatelli e dell’Assessore all’Istruzione, Politiche educative, Infanzia Maria Gabriella Fumagalli. Un dialogo tra le pedagogiste Daniela Corradi e Maria Paola Casali ripercorrerà i primi passi dei nidi del Comune di Cinisello Balsamo fino al consolidamento di pratiche educative che li hanno resi un modello riconosciuto, anche a livello nazionale, grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Milano-Bicocca e alla sperimentazione della tecnologia blockchain introdotta nel 2019 per la gestione delle iscrizioni alla misura di Regione Lombardia Nidi Gratis. Sull’attuale panorama dei servizi all’infanzia e degli scenari verso cui tendere si confronteranno Mario Conti, Dirigente del settore Socieoducativo del Comune; Alessandro Porcheddu, membro del Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia ed Enza Stragapede, pedagogista.

Seguirà la presentazione degli esiti della ricerca condotta con le famiglie cinisellesi dei bambini di età 0/3 anni condotta da Maria Benedetta Gambacorti-Passerini e da Piera Braga, pedagogiste e ricercatrici presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Saranno poi le stesse educatrici dei nidi comunali di Cinisello Balsamo a riportare le proprie esperienze dirette: Emanuela Cortinovis Villa ed Elisa Scordamaglia (nido La Trottola), Chiara Ferrari e Valentina Fumarola (nido La Nave), Maria Antonia Vacca (nido Arcobaleno). Prenotazione online al link: https://bit.ly/50impronte. È prevista una diretta streaming sul canale YouTube del Comune “You Cinisello Balsamo”.

Nel pomeriggio, dalle 15.30, bambini e genitori potranno partecipare nel parco della Villa a laboratori di outdoor education e di materiale destrutturato (in caso di maltempo saranno rimandati a domenica 19 giugno).

In occasione della ricorrenza il Comune di Cinisello Balsamo, in collaborazione con il Museo di Fotografia Contemporanea, ha affidato alla fotografa Francesca Cirilli una committenza artistica che ha esito nella mostra “Piccolo come un nido, grande come il mondo” esposta in Piazza Gramsci dal 14 giugno al 17 luglio 2022.
Le fotografie raccontano la quotidianità dei nidi comunali soffermandosi su piccoli gesti e oggetti, per svelare quella naturalezza delicata e allo stesso tempo intensa propria dell’infanzia, quando la scoperta, il gioco, la relazione possono liberamente esprimersi in uno spazio e un tempo protetto e accogliente. Le fotografie selezionate e riprodotte in grande formato saranno presentate martedì 14 giugno alle 16.30 alla presenza del sindaco Giacomo Ghilardi e dell’assessore Maria Gabriella Fumagalli.

“A 50 anni dall’apertura del primo nido comunale riteniamo importante dedicare un momento di riflessione a uno dei servizi storici e più preziosi della nostra città. La narrazione di questi luoghi educativi, di gioco e di incontro necessita del contributo di diverse competenze e punti di vista, primo fra tutti quello delle educatrici che ogni giorno accompagnano i nostri bambini nella crescita”, queste le parole dell’assessore alle Politiche educative Maria Gabriella Fumagalli.

“Un’esperienza che fa scuola e che non manca di stare al passo con i tempi grazie all’introduzione di strumenti tecnologici e innovativi per migliorare il servizio e semplificare l’accesso alle famiglie. Spetta poi alle immagini esposte in piazza Gramsci, al centro della vita della comunità così come il ruolo dei nidi, il compito di rievocare quella dimensione intima e stimolante che si rinnova da mezzo secolo” ha aggiunto il sindaco Giacomo Ghilardi.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Evasione culturale e storica sotto elmi cornuti

Articolo successivo

L’aula approva il bilancio 2022-2024. La giunta insiste: “Tasse invariate”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.