11 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Allo studio i cantieri M5, “Lincoln sarà la porta di Cinisello”

Sono allo studio i piani di cantiere per il prolungamento della M5 tra Bignami e Monza che interesserà Cinisello Balsamo. A darne notizia è il comune che parla di “nuovo tassello per la roadmap del progetto” grazie al programma di cantierizzazione condiviso con Metropolitane Milanesi. Il progetto si sofferma in particolare sui cantieri relativi alle stazioni Testi-Gorki, Rondinella-Crocetta e Lincoln.

E’ quest’ultima la fermata ad interessare maggiormente la giunta cinisellese secondo cui “porterà il prolungamento in prossimità del centro, a differenza della prima stesura che vedeva lambire solo il perimetro della città. Questa stazione, in considerazione dell’ambito strategico in cui si colloca, assumerà il ruolo di “porta urbana”, garantendo la massima accessibilità da parte dell’utenza locale e sovracomunale”. Il cantiere della stazione si estenderà sul campo sportivo dell’ex Istituto scolastico Peano e condizionerà solo marginalmente la viabilità lungo via Lincoln.

“In merito a questo hub, sono in corso le analisi finalizzate al recupero e riqualificazione urbanistica dell’edificio ex Peano di proprietà della Città metropolitana di Milano. Con il medesimo obiettivo di realizzare una stazione allargata che abbracci il contesto urbano, si stanno perfezionando le verifiche per l’estensione fino all’area di intersezione con via Binella e l’integrazione delle connessioni ciclabili cittadine esistenti, prevedendo anche una velostazione”, ha spiegato il sindaco Giacomo Ghilardi.

Altro importante nodo del progetto sono le stazioni lungo viale Fulvio Testi, a partire dalla Stazione Testi-Gorki che sarà collocata nel parterre in mezzo alle carreggiate, di fronte al complesso scolastico Parco Nord. Su questo lato ovest, senza interruzione del traffico, sarà prima di tutto costruita una semi-rampa della passerella pedonale, parallela a quella esistente e funzionale alle fasi di successive. La Fase 1 riguarderà la realizzazione dell’accesso ovest della stazione e la costruzione del corridoio di collegamento al di sotto dei binari della linea tranviaria 31 in direzione Milano, che comporterà la deviazione del traffico sul parterre, mantenendo le 3 corsie attuali e sostituendo per 5-6 mesi la linea 31 con un servizio bus. Questi lavori saranno programmati durante il periodo estivo per limitare i disagi agli utenti. Durante la Fase 2 saranno completati gradualmente l’accesso e le scale sul lato est della stazione, con deviazione della carreggiata di viale Fulvio Testi; mentre la Fase 3 vedrà la costruzione del corpo centrale nello stesso parterre dove erano state deviate in precedenza le carreggiate.

Seguendo questa stessa sequenza sarà realizzata anche la Stazione Rondinella-Crocetta e al termine dei lavori le due carreggiate stradali di viale Fulvio Testi potranno essere rimodulate con una riduzione a 2 corsie.

“A questo proposito, gli uffici competenti dell’Amministrazione comunale hanno invitato a una valutazione per agevolare l’immissione dei veicoli nelle intersezioni lungo il tratto di viale Fulvio Testi tra via Clerici e via Ferri per evitare di congestionare il traffico nelle ore di punta, benchè non siano strade di competenza comunale” – ha aggiunto il sindaco -. Inoltre, si è avanzata una richiesta di analisi relativa alla possibilità di realizzare un passaggio pedonale di collegamento tra la stazione Rondinella-Crocetta e viale Romagna, che andrebbe a integrare il progetto BICIPLAN di Città metropolitana per la riqualificazione delle piste ciclabili laterali lungo viale Fulvio Testi”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Torna in scena la Compagnia del Borgo al CineTeatro Pax

Articolo successivo

In bici per Cinisello alla scoperta dell’archeologia nascosta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.