18 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Agorà democratiche a Cinisello. Il 30 aprile giornata di confronto

La Agorà Democratiche ideate dal segretario PD Enrico Letta approdano a Cinisello Balsamo dopo il 25 aprile. Sabato 30 infatti si terrà l’incontro tra dem e cittadinanza nel Salone Matteotti di via Primo Maggio 5. Un pomeriggio (si parte alle 15.30) in cui si discuterà di territorio e transizione ambientale. “Il motivo che ci ha spinto ad organizzare questa Agorà – dichiara Alberto Galli segretario cittadino del PD – è la volontà di iniziare un percorso di dialogo, coinvolgimento e progettualità che coinvolga cittadini e società civile dei territori, per mettere al centro della discussione politica il confronto”.

“Si tratta di un momento straordinario di partecipazione dal basso su idee, esperienze e nuovi bisogni che coinvolgerà nella discussione Cinisello Balsamo e anche gli altri comuni del Nord-Milano, in quanto la diversità dei punti di vista, le diverse professionalità ed idee rappresentano una ricchezza unica per dare spunti concreti alla costruzione di un programma “visionario” sulle città nel futuro segnato dal post Covid”, continua Galli.

Lo scopo di questo percorso è la costruzione di proposte e conseguentemente di progetti innovativi che possano inserirsi nel solco del documento presentato dal Ministero della Transizione ecologica e incluso nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) che ha visto lo stanziamento di fondi importanti per la sua realizzazione. Fondi che in circostanze normali le città non potrebbero mai avere e che rendono questa opportunità unica e irripetibile.

“Parchi cittadini e parchi metropolitani, reti della mobilità sostenibile e trasformazioni urbane, tecnologie per la riqualificazione energetica – chiarisce Stefania Bucci, organizzatrice e responsabile del tavolo ambiente del PD cittadino – sono queste alcune degli ambiti sui quali saranno attivati i tavoli di discussione interni all’Agorà, che rappresentano tematiche molto importanti sul protagonismo che possono giocare le Città e la Città Metropolitana sul fronte della transizione ecologica e delle urgenze che il nostro pianeta impone”.

“Dobbiamo rimettere al centro delle politiche di ogni livello le tematiche ecologiche che rispecchiano una visione antropologica generosa e non egoista, orientata all’inclusione e non allo scarto – chiosa il consigliere PD Marco Tarantola – per un’azione amministrativa e governativa orientata a uno stile di vita più sostenibile e solidale. Le città che spesso sono state motore dei cambiamenti della società possono tornare a essere centrali per riaffermare una visione dell’uomo e dello sviluppo integrale su questo Pianeta così martoriato”.

L’Agorà non è un semplice evento. È uno strumento di partecipazione che a conclusione della discussione vedrà la messa in votazione delle proposte che emergeranno dai tavoli di lavoro dell’Agorà e che saranno poi caricate sul portale agorademocratiche.it e potranno essere ulteriormente sostenute per concorrere a definire la linea politico-programmatica del Partito Democratico anche a livello nazionale. Per poter partecipare è necessario registrarsi sul sito delle Agorà democratiche e donare 1€ e dopodiché cercare l’Agorà intitolata: “Il contributo delle città nella transizione ecologica. La sfida delle aree metropolitane”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

“Dare un futuro alla memoria”, ANED incontra il CIOFS-FP di Cinisello Balsamo

Articolo successivo

25 Aprile tra guerra e rigurgiti neofascisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.