30 Novembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Le domande scomode delle due consigliere del centrodestra

Acque agitate in maggioranza a Cinisello Balsamo. A giudicare dall’ultima seduta del consiglio comunale, il 4 aprile scorso, pare che il tasso di litigiosità all’interno del centro destra sia in rapida risalita. Lo si è capito dalle diverse interpellanze rivolte al sindaco leghista Giacomo Ghilardi e al suo vice di Fratelli d’Italia Giuseppe Berlino, entrambe assenti in quella serata, da due consigliere della maggioranza.

Scelza Dambra di Fratelli d’Italia e Cetty Raho, transfuga dalla Lega al gruppo misto, hanno mitragliato di domande la giunta su un tema assai caldo per la città come quello della manutenzione e del degrado. Un atteggiamento che ha senza dubbio sorpreso le opposizioni, da tempo impegnate a denunciare le situazioni di abbandono sparse ovunque a Cinisello.

La consigliera Dambra ha rivolto due interrogazioni sui lavori pubblici, la cui delega è detenuta dal sindaco, una delle quali addirittura presentata il 15/11/2018 e ancora in attesa di risposta. “Cosa sta succedendo? Da quando la consigliera è stata commissariata inizia a sollecitare argomenti in precedenza tralasciati? Perché non ha sollecitato prima?”, si chiede il PD in una nota.

“La consigliera Raho – continuano i dem – ha invece indirizzato le interrogazioni prevalentemente al vice sindaco. Alcune di queste, ricordiamo, gli erano già state rivolte da alcuni nostri consiglieri in varie altre occasioni. Se da un lato i cittadini chiedono che i problemi segnalati siano assunti in carico e prontamente risolti, dall’altro lato rileviamo il fallimento di questa giunta, oggi messa in discussione non solo dall’opposizione ma perfino dalla stessa maggioranza, perché molti dei problemi segnalati non sono stati ancora risolti”.

“Mi domando come possa essere diversa la scala di valori riguardo alla priorità da dare agli impegni istituzionali. Ampiamente documentata dallo stesso sindaco è stata la sua partecipazione, la mattina dopo, all’inaugurazione di una nuova attività. La campagna elettorale si avvicina e anziché rispondere ai problemi della città nelle sedi opportune si preferiscono i selfie del giorno dopo.” afferma Mariarita Morabito, responsabile della comunicazione del Partito Democratico.

.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Fototrappole nei parchi. Caccia a chi scarica i rifiuti

Articolo successivo

“Ridiamo tutti insieme a Sesto il ruolo che merita”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.