30 Novembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

La giunta di Cormano si giustifica ma l’ascensore è ancora rotto

Dopo più di un mese di tempo il comune decide di rompere il silenzio sull’ascensore ancora guasto nel sottopasso pedonale della ex stazione Cormano-Brusuglio. La notizia è che ci vorranno ancora giorni, non si sa quanti, perché l’impianto sia rimesso in funzione. La giunta di centrodestra, nello scusarsi coi cittadini per i disagi, decide anche di giustificarsi dando la responsabilità dei ritardi “alla circostanza attuale causata dalle ripercussioni della pandemia sulla filiera industriale e la difficoltà di reperire i pezzi di ricambio da parte della ditta incaricata della manutenzione”.

Colpa della pandemia insomma. Ancora una volta è il covid, a due anni di distanza, a risultare una causa determinante per ogni tipo problema. In ogni caso per l’ascensore ci sarà da attendere così come per anziani e disabili in difficoltà con la rampa da affrontare tutti i giorni. E la giunta non rinuncia anche a bacchettare la precedente amministrazione.

In un post apparso sulla pagina Giunta Magistro Informa si argomenta così: “Da oltre un mese è inutilizzabile l’ascensore del sottopasso di via Caduti della Libertà. E’ un grave disagio, solo parzialmente mitigato dal fatto che il lato di via Caduti è servito da una rampa, il che consente il transito di disabili e passeggini, ma è di poca consolazione. Purtroppo la scelta di progettare il sottopasso con uso obbligato di ascensore nel lato Brusuglio e senza dotazione di telecamere di sorveglianza, a suo tempo ampiamente prevista come improvvida, ha mostrato fin da subito la sua criticità”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Un altro giardino di Cinisello dedicato alle forze dell’ordine

Articolo successivo

Agente di polizia locale fuori servizio salva la vita ad un ciclista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.