11 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Impianti sportivi, ora spunta il caso del “Diego Crippa”

Ancora polemiche attorno alla gestione degli impianti sportivi da parte del comune di Cinisello Balsamo. Dopo il caso del campo sportivo de La Serenissima, rimasto senza spogliatoi per lunghe settimane, spunta la vicenda dell’impianto Diego Crippa di via dei Lavoratori che dopo due anni di pandemia, secondo le accuse dell’opposizione, non avrebbe un alcun piano di gestione e affidamento.

“E’ inconcepibile come l’Amministrazione comunale latiti e non comunichi le sue intenzioni sul rinnovo della convenzione – spiega il Consigliere comunale del Partito Democratico Luca Ghezzi – a due mesi dalla fine della stagione sportiva mettendo in seria difficoltà la società concessionaria riguardo alla progettazione della prossima stagione sportiva”.

Secondo la denuncia del PD l’impianto non verserebbe nelle migliori condizioni e necessiterebbe ormai da mesi di interventi di manutenzione. Da gennaio il locale bar è al freddo per un corto circuito che ha messo fuori uso l’impianto mentre il tetto degli spogliatoi è stato riparato dalla Società a proprie spese a. L’impianto luci del campo sintetico che si trova alle spalle del campo principale è funzionante parzialmente e quindi inutilizzabile per qualsiasi attività per un guasto agli accenditori delle torri faro e anche tutte le luci di emergenza, situate sul viale davanti alle tribune, da tempo non funzionano.

“Manca completamente una visione d’insieme e una strategia sullo sport cinisellese. Questa giunta procede per inerzia nella speranza che non si blocchi tutto. Unica eccezione. Unica eccezione l’imminente pubblicazione della manifestazione d’interesse per la gestione del Centro Sportivo Scirea anche lui necessitante di un importante intervento manutentivo in particolare per quanto riguarda la pista di atletica. Siamo in attesa di conoscere non solo chi sarà il prossimo gestore ma soprattutto i piani di intervento manutentivo da parte dell’Amministrazione a partire dal rifacimento del manto”- chiosa il Segretario cittadino del Partito Democratico Alberto Galli.

“Si procede secondo vecchie impostazioni che cercano di nascondere l’incapacità ad innovare di questa amministrazione, nessun quadro d’insieme, nessuna strategia nuova” – conclude il Segretario Galli.

Tanti impianti sportivi sono ormai in condizioni di inagibilità (il campo da calcio di via Mozart, il centro di via Frattini, la piscina Alberti, l’impianto di via Delle Rose, il campo da rugby presso l’ex campo di quartiere di via Cilea), e molti altri hanno comunque bisogno di un intervento manutentivo importante sia in termini strutturali sia in termini di attrezzature.

“Proprio negli anni in cui avremmo dovuto progettare il rilancio delle nostre strutture così come era stato previsto nel Piano Strategico dello Sport approvato dalla precedente amministrazione nel 2016 – prosegue il Consigliere PD Luca Ghezzi – l’amministrazione comunale, dopo aver deciso inspiegabilmente di non partecipare all’ultimo bando ministeriale Sport e Periferie che assegnava 140 milioni per la rigenerazione di impianti sportivi, non sappiamo se intenderà partecipare al bando PNRR per lo SPORT che assegna 538 milioni di euro per la realizzazione e la riqualificazione di impianti sportivi”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Agente di polizia locale fuori servizio salva la vita ad un ciclista

Articolo successivo

La nuova stazione a ponte prende forma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.