11 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Accordo comune-associazioni per l’avvio degli sportelli digitali

Sportelli digitali diffusi a Cinisello Balsamo. Grazie ad un accordo di collaborazione tra amministrazione comunale e alcune associazioni del terzo settore saranno avviati alcuni punti in cui per i cittadini sarà possibile trovare supporto alla compilazione delle domande online, ma anche acquisire la capacità di fare tutto in autonomia, allontanando il timore di tutto ciò che appartiene alla dimensione informatica.

Questi luoghi nascono dall’accordo tra il Servizio Centralità della Persona del Comune ed alcune delle associazioni storiche che operano sul nostro territorio: Associazione Amici di Caritas, Fondazione Auprema, Cooperativa Il Torpedone e Centro Aiuto alla Vita.

A questo team si sono aggiunti i tre centri di aggregazione anziani Bauer, Costa e Friuli che continueranno ad offrire il supporto per l’attivazione dell’Identità Digitale SPID e i rappresentanti del Tavolo “Abitare Insieme” composto dalle cooperative Edificatrici Uniabita, La Nostra Casa, Diaz e la Fondazione Ricovero Martinelli Onlus (tramite la sua società Servizi Immobiliari Martinelli spa) che progressivamente offriranno tale supporto ai propri soci/conduttori.

Obiettivo del progetto è innanzitutto quello di elaborare una mappatura degli sportelli che offrono già questo aiuto e di metterli in rete tra loro, attuando una forma di coordinamento unica e una formazione continua agli operatori, fornendo loro degli strumenti di lettura dei bisogni delle famiglie, al fine anche di agevolare la comunicazione con gli uffici comunali e di rendere sempre più chiare e fruibili le informazioni a favore della cittadinanza.

Si parte quindi con l’apertura di questi spazi per il supporto alla compilazione delle domande per l’accesso ai Servizi Abitativi Pubblici (SAP), si continuerà poi con le misure regionali a sostegno dell’affitto così come per le pratiche di residenza e di accesso all’assegno unico universale.

“Un esempio concreto di come soggetti diversi del territorio, si mettano a disposizione con modalità diverse, ma con un unico obiettivo: aiutare le persone ad essere più partecipi alla vita cittadina. Ancora una volta il Terzo Settore si rivela prezioso e fondamentale nel processo di co-programmazione e co-progettazione delle politiche sociali della nostra città che è grande e complessa ma anche ricca di solidarietà e condivisione” ha spiegato Riccardo Visentin, assessore alla Centralità della Persona e al Terzo Settore.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

I ragazzi di Anfass al lavoro per rigenerare le fioriere

Articolo successivo

MuFoCo:sospende le esposizioni. Il Comune in disaccordo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.