30 Novembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

World’s Best Hospitals 2022: L’Ospedale di Sesto è tra i migliori 100 italiani

La nuova classifica “World’s Best Hospitals 2022”, stilata dalla rivista americana Newsweek, ha inserito l’Ospedale Città di Sesto San Giovanni tra i primi 100 ospedali migliori d’Italia.

Secondo la rivista la classifica dei migliori ospedali al mondo per il 2022 è dominata, sul podio, da strutture “made in Usa”: in terza posizione c’è il Massachusetts General Hospital di Boston, in seconda posizione c’è il Cleveland Clinic di Cleveland e al vertice, premiato come miglior ospedale al mondo da ‘Newsweek’, c’è il Mayo Clinic di Rochester. Per trovare il primo ospedale italiano bisogna scendere fino alla 37/a posizione. Sono ben 16, però, gli ospedali italiani nella Top 250 mondiale. In totale sono 112 gli ospedali italiani inseriti nella classifica “World’s Best Hospitals 2022”.

L’ospedale di Sesto, nella classifica nazionale, si trova al 98esimo posto e tra i primi 20 a livello lombardo. A livello nazionale il San Raffaele è al 13esimo posto; al 21esimo il San Gerardo di Monza; al 25esimo il Luigi Sacco; al 32esimo l’Ospedale Maggiore Policlinico e Mangiagalli e via via tutti gli altri fino al 98esimo posto con l’Ospedale Città di Sesto San Giovanni (68.13%). Per la valutazione sono stati utilizzati dati disponibili pubblicamente (indicatori chiave di performance medicali, soddisfazioni dei pazienti, validità scientifica di rilevanza e fattibilità operativa) sul portale dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, un’istituzione del Ministero della Sanità.

Un merito che va riconosciuto al personale medico e infermieristico che lavora dentro la struttura di viale Matteotti, offrendo il meglio del settore sanitario.

Elisa Mariam Rady

Mi chiamo Elisa Mariam Rady e sono una studentessa di 24 anni, attualmente iscritta al secondo anno di magistrale in giornalismo presso l'Università di Parma. Sono una ragazza determinata, umile e volenterosa, mi nutro di curiosità ed entusiasmo. Sogno una carriera da giornalista e scrittrice.

Articolo precedente

8 marzo, un ciclo di incontri dedicato alle “Donne uniche”

Articolo successivo

Stop alla guerra, domani la fiaccolata a Cinisello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.