7 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Sesto, nuovo campus universitario del San Raffaele

A Sesto San Giovanni sorgerà il nuovo campus dell’Università Vita-Salute San Raffaele: 100mila metri quadrati delle aree ex Falck per l’espansione dell’ateneo, in cui verranno ospitati 5mila studenti. Entro il 2026 l’università Vita Salute del San Raffaele aprirà un campus su modello americano all’interno dell’ex area Falck, accanto alla Città della Salute.

Il progetto è stato presentato durante l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Vita-Salute del San Raffaele di Milano nella mattinata di lunedì 14 febbraio. Alla cerimonia erano presenti la presidente del Senato Elisabetta Casellati, il ministro della Salute Roberto Speranza, il sottosegretario Pierpaolo Sileri, il presidente di regione Lombardia Attilio Fontanae il sindaco di Milano Beppe Sala. L’operazione si aggirerebbe attorno ai 300 milioni di euro. Saranno oltre 20mila i metri quadrati dedicati ai centri di ricerca e tra le principali novità, c’è in programma la realizzazione di un ‘Digital education hub’ con infrastrutture tecnologiche per garantire la digital education di ateneo. Il campus accoglierà le residenze per gli studenti, con all’interno luoghi dedicati alla cultura, allo sport e al volontariato.

Le parole del sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano: “L’arrivo del San Raffaele si somma altri due istituti di ricovero e cura a carattere scientifico che si insedieranno nelle ex aree Falck, l’Istituto dei Tumori e il Neurologico Besta, all’Ospedale di Sesto e alla Multimedica: eccellenze italiane che faranno della nostra città un distretto di salute e ricerca di elevato spicco a livello internazionale. Sono certo che cura e salute possano portare una riconversione urbana in grado di creare benefici all’intera città, migliorando la vita dei cittadini”.

Elisa Mariam Rady

Mi chiamo Elisa Mariam Rady e sono una studentessa di 24 anni, attualmente iscritta al secondo anno di magistrale in giornalismo presso l'Università di Parma. Sono una ragazza determinata, umile e volenterosa, mi nutro di curiosità ed entusiasmo. Sogno una carriera da giornalista e scrittrice.

Articolo precedente

Chiude il nido, la giunta si giustifica: “Situazione economica non sostenibile”

Articolo successivo

Chiusura del nido, La Grande Casa risponde alla giunta: “Ricostruzioni inesatte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.