26 Novembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Anche Italia Viva all’attacco di Di Stefano: “Manca di visione strategica”

Italia Viva di Sesto San Giovanni, coordinata da Giovanni Gruppo e da Rossana Cavazzana, a tre mesi dalle elezioni, annuncia di “essere al lavoro con l’obiettivo di creare un polo centrale, civico e riformista” e critica il progetto di Piazza Petazzi e le modalità di gestione da parte della Giunta degli altri interventi urbanistici in corso nella città.

Si legge nella nota: “La Giunta Di Stefano entra in campagna elettorale con l’annuncio, corredato da un rendering, di alcuni interventi urbanistici, tra cui il restyling di Piazza Petazzi. Annuncio che ci auguriamo sia solo un rendering ad uso elettorale e niente di più. Perché Sesto ha bisogno d’altro, non di sperpero di denaro pubblico con scoordinati cantieri sparsi per la città per interventi spot, ma di un progetto coerente e unitario, per connettere la Sesto costruita con quella che verrà. Progetti mirati, da condividere con i cittadini, quartiere per quartiere. Per essere concreti, in Piazza Petazzi ad esempio non serve un costoso abbellimento conservativo, ma una nuova idea di piazza inserita nell’area adiacente, realizzabile intervenendo sulla viabilità e ampliando l’area pedonale”.

La critica all’attuale amministrazione: “Italia Viva di Sesto San Giovanni rileva il pesante deficit politico-amministrativo e culturale dell’attuale amministrazione. Una giunta che ha palesato l’assenza di visione strategica in ottica metropolitana e un’antistorica cultura illiberale falsamente identitaria. Italia Viva è alternativa culturalmente e politicamente a questa destra, ma anche a quella sinistra che si ostina a riproporre continuismo politico con le precedenti amministrazioni”.

Elisa Mariam Rady

Mi chiamo Elisa Mariam Rady e sono una studentessa di 24 anni, attualmente iscritta al secondo anno di magistrale in giornalismo presso l'Università di Parma. Sono una ragazza determinata, umile e volenterosa, mi nutro di curiosità ed entusiasmo. Sogno una carriera da giornalista e scrittrice.

Articolo precedente

Bandi PNRR in chiusura. “La giunta si dia una mossa. Ecco le nostre proposte”

Articolo successivo

Chiusura in vista per il nido montessoriano. Il comune nega gli spazi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.