3 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Murales a Strada. La figlia di Gino smentisce il sindaco: “Mai contattata”

Cecilia Strada, figlia di Gino e presidentessa della ONG Emergency fino al 2017, ha smentito quanto affermato dal sindaco sestese Roberto Di Stefano. In un’intervista rilasciata dal sindaco al Corriere, infatti, egli afferma di aver contattato la figlia di Gino per invitarla all’inaugurazione del murales dedicato al padre, che sta prendendo forma in città in queste settimane. Peccato che la Strada abbia replicato sui propri canali social di non essere mai stata contattata da nessuno dell’entourage del sindaco né, tantomeno, di aver ricevuto inviti. Scrive: “Stavo leggendo questa intervista del Corriere al sindaco di Sesto San Giovanni. Ora, dando per scontata la buona fede di tutti, converrete con me che c’è un’unica spiegazione possibile: c’è un’altra figlia, che si chiama anche lei Cecilia, che in questo momento è molto contenta e sarà all’inaugurazione. Perché questa Cecilia che sono io, invece, non li ha mai sentiti”.

Aggiunge, inoltre, che avrebbe piacere ad avere un confronto con Di Stefano, soprattutto “per chiedergli se pensa ancora, come da un suo post di qualche annetto fa, dopo un incontro in parrocchia sul soccorso in mare, che io, il parroco e i presenti alla cena fossimo lì per “aiutare gli scafisti””. Il post del sindaco leghista, pubblicato nel 2019, a cui fa riferimento la Strada è il seguente: “Ho appreso dai social che il 27 novembre all’Oratorio della parrocchia della Resurrezione di Sesto San Giovanni si terrà l’evento “Cena solidale per Mediterranea” il cui ricavato verrà interamente devoluto alla ong che si vanta di salvare vite umane in mare, quando invece nei fatti aiuta gli scafisti a riempire di clandestini il nostro paese. Trovo assurdo, inoltre, che l’evento si svolga all’interno di un oratorio: è inconcepibile che la parrocchia presti il fianco a un’iniziativa puramente politica e ovviamente orientata a sinistra come fosse un circolo del Pd o un centro sociale”.

Elisa Mariam Rady

Mi chiamo Elisa Mariam Rady e sono una studentessa di 24 anni, attualmente iscritta al secondo anno di magistrale in giornalismo presso l'Università di Parma. Sono una ragazza determinata, umile e volenterosa, mi nutro di curiosità ed entusiasmo. Sogno una carriera da giornalista e scrittrice.

Articolo precedente

Da domani tre nuovi punti tamponi a Bresso, Cormano e Cusano

Articolo successivo

Vaccini di notte, i volontari di SOS assisteranno chi si mette in coda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.