30 Novembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Cinisello città verde, “ma non è merito della giunta Ghilardi”

A distanza di giorni fa ancora discutere il censimento del verde che la giunta Ghilardi ha pubblicato e che indica la gran quantità di alberi, piante e spazi verdi di Cinisello Balsamo. Una buona notizia che però divide le parti politiche: mentre il centrodestra al governo della città dal 2018 rivendica la Cinisello green, il centrosinistra che ha governato i molti anni precedenti sottolinea come i risultati sul verde cittatino siano frutto del lavoro delle passate amministrazioni.

“Finalmente i numeri fanno capire alla giunta Ghilardi che il centrosinistra non è stato con le mani in mano nei decenni in cui ha governato! Nel 1975 a Cinisello Balsamo c’era un solo parco pubblico di 2.500 mq, il giardinetto in via F.lli Cervi. L’elenco dell’ultimo censimento del patrimonio arboreo comunale è la dimostrazione di un grande lavoro svolto dalle passate giunte di centrosinistra negli ultimi 57 anni e restituisce una fotografia incoraggiante per la nostra città, che oggi conta più di 65 tra parchi cittadini e giardini e circa 1 milione di metri quadrati di verde piantumato nelle aree pubbliche”, afferma il PD in un comunicato.

I dem passano all’attacco sul fatto che l’attuale giunta non pare sia interessata a proseguire il lavoro con adeguate strategie e progetti. Il progetto Agriconnessi – fa sapere il PD – che prevedeva la sperimentazione di nuovi sistemi di agricoltura urbana in aree metropolitane densamente abitate, è completamente scomparso dal radar dell’amministrazione. Ancora più incerto è il destino del Parco GruBrìa o quello delle alberature cittadine che sono lasciate ad interventi spot più che a una vera e propria progettazione.

“Il verde è uno degli strumenti chiave per ridurre l’inquinamento acustico e atmosferico e la temperatura media delle città e di contrastare, per quanto possibile, il cambiamento climatico. Anche per questo, come Partito Democratico, attraverso un Ordine del Giorno presentato a fine settembre, abbiamo provato a sollecitare l’amministrazione ad entrare in Forestami. Si tratta di un ambizioso progetto di forestazione urbana che prevede la messa a dimora di oltre 3 milioni di alberi entro il 2030 attraverso interventi strategici sul verde nell’intera area metropolitana milanese. Un’occasione unica per la nostra città, ma nonostante questo non c’è stato nulla da fare: la giunta ha continuato nella sua indifferenza. Mentre altri comuni della nostra zona come Paderno Dugnano e Sesto san Giovanni hanno già sottoscritto protocolli d’intesa, per la nostra città è ancora tutto fermo”, concludono i dem.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

58mila cinisellesi con la seconda dose. Più di 1.600 i contagi

Articolo successivo

Da domani tre nuovi punti tamponi a Bresso, Cormano e Cusano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.