30 Novembre 2021

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Gestione del calore senza gara, altri 10 anni al consorzio Ates. Insorge il PD

Andrà in consiglio comunale il prossimo 29 novembre la delibera con ciu la giunta di centrodestra di Cusano Milanino intende affidare per altri 10 anni il servizio del gestione del calore alla Ates srl, azienda consortile di comuni della lontana zona di Trezzo d’Adda, di cui anche Cusano è entrata a far parte a fine 2020, acquisendo l’1,099% del capitale societario.

Non c ista il Partito Democratico che dall’opposizione contesta la scelta della giunta di rinnovare l’appalto. Già nel 2020 il PD aveva rinfacciato alla maggioranza di aver proceduto all’affidamento ad Ates dei servizi del calore senza un’appropriata gara d’appalto, sottolineando come fosse anche l’architettura consortile poco consona ad esperienze del genere: Cusano, con i suoi 19 mila abitanti, ha una quota minima di capitale sociale (1,009%) ,mentre 7 dei 18 comuni che partecipano al consorzio detengono l’87% del capitale, con un numero di abitanti decisamente inferiore a Cusano Milanino.

“Fino ad oggi non è stata prodotta alcuna documentazione che dimostri (come richiesto dal D.Lgs. 175/2016 all’ articolo 5) “le ragioni e le finalità che giustificano la scelta di aderire al consorzio, anche sul piano della convenienza economica e della sostenibilità finanziaria”, scrivono i dem in una nota. “Non c’è alcuna valutazione preventiva sulla congruità economica dell’offerta da parte dei soggetti in-house, motivando le ragioni del mancato ricorso al mercato e dando riscontro – a fronte della forma di gestione prescelta – dei benefici per la collettività in termini di efficienza, economicità e qualità del servizio, come pure dell’impiego ottimale delle risorse pubbliche impiegate”.

“Non risulta infatti siano stata valutata alcuna offerta alternativa da parte di aziende analoghe ad ATES, nonostante ci siano centinaia di ESCO sul mercato e aziende come A2A ed Engie (si è solo detto a voce in commissione che si è fatto un confronto con i costi degli ultimi due anni e con la proposta offerta dalla piattaforma pubblica CONSIP). L’amministratore unico di A.T.E.S. s.r.l. è da diversi anni un commercialista legato alla Lega Nord da decenni”, conclude il PD.

Redazione

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Sesto, dopo i tanti tagli, piantati 20 alberi al parco della Bergamella

Articolo successivo

I Commercianti contro la Violenza sulle Donne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Cliccando su “Accetto” acconsenti all’uso dei cookie.