30 Novembre 2021

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

L’opposizione chiede una svolta green, la giunta risponde con 100 alberi

Nuove piantumazioni in arrivo a Cinisello Balsamo. In concomitanza con la Festa Nazionale dell’Albero ed anche con le proposte respinte dal centrosinistra su un nuovo piano del verde ed evidenziate anche nell’ultimo numero cartaceo del nostro giornale, il comune torna a parlare di piante. E rivendica l’esistenza di più di 16mila alberi in città. Troppo pochi per l’opposizione che aveva richiesto una svolta green più consistente oltre che maggior cura del verde.

Il comune risponde con la posa di altri 100 piante. A partire dal 18 novembre nel parco di Villa Ghirlanda verranno messi a dimora una trentina di nuovi alberi. Queste piante andranno ad integrare composizioni arboree ricomprese nella zona boschiva. Contemporaneamente nel giardino verranno avviati interventi di potatura o di alleggerimento, di riequilibratura o di eliminazione del secco delle chiome. Sono previsti anche alcuni abbattimenti di alberi compromessi dal punto di vista vegetativo e strutturale e affetti da fitopatie a stadi avanzati e irreversibili.

Un altro intervento interesserà il Parco della Pace, sul lato di lato via Gorni, angolo di via Monte Santo, dove verranno messi a dimora 20 piante di acer saccharinum e acer platanoides. L’intervento avverrà a cura del Circolo Legambiente, in collaborazione con il Servizio Ambiente, Ecologia – ufficio Verde e con i ragazzi dell’associazione scoutistica AGESCI. La piantumazione avverrà domenica 21 novembre, alle ore 10, a cui seguirà un momento di festa.

Infine verranno collocate una cinquantina di nuove piante in diversi punti della città nel parco degli Alpini (1 della specie Nyssa selvatica e 10 della specie Acer rubrum), in via Monte Ortigara di fronte alla scuola (10 della specie Quercus ilex ), nelle aiuole dei marciapiedi di via Podgora (8 della specie Quercus ilex), sul marciapiede di via Sirtori (1 liquidambar styraciflua), in via Partigiani (1 liriodendron tulipifera) in via petrarca (8 acer platanoides e 7 cercis siliquastrum).

“Il nostro è un ricco patrimonio “verde” che va custodito e valorizzato. Questi nuovi interventi di messa a dimora vanno in questa direzione. Grazie al censimento e al monitoraggio costante da parte degli esperti siamo in grado di tenere sotto controllo lo stato di salute delle alberature e delle siepi presenti e di intervenire laddove si rende necessario. Le potature e gli abbattimenti infatti sono sempre interventi mirati sulla base delle analisi effettuate dagli esperti”, ha precisato il vicesindaco con delega all’Ambiente Giuseppe Berlino.

Redazione

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Campagna per la differenziata. In arrivo un secondo finanziamento

Articolo successivo

Sesto, il Dordoni rimane in gestione al Geas Atletica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Cliccando su “Accetto” acconsenti all’uso dei cookie.