29 Settembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Un “ospedale di comunità” per Cormano. Ecco la proposta del centrosinistra

Una casa di comunità o un’ospedale di comunità. E’ la proposta concreta che le forze del centrosinistra di Cormano portano in consiglio comunale, in vista delle opportunità economiche offerte dall’Unione Europea e predisposte nel PNRR del governo. Secondo l’opposizione il comune deve puntare a rivitalizzare l’assistenza sanitaria territoriale con strutture adeguate e l’occasione del piano nazionale di rilancio è quella giusta per provarci.

La pandemia ha infatti mostrato in tutta la sua drammatica carica, quanto la sanità di territorio sia insufficiente e poco organizzata anche a Cormano. L’idea dei consiglieri comunali Giorgia Musso (PD) e Alessandro Milani (Sinsitra Unita) è di cercare di agganciare i fondi del Piano Nazionale di Resistenza e Resilienza per investire sulla salute attraverso al creazione di una casa o di un ospedale di comunità.

“La pandemia ha fatto emergere alcune criticità della sanità italiana e lombarda. La soluzione a questi problemi consiste nell’implementare reti di integrazione sociosanitaria tra ospedali e territorio”, si legge in una notta del PD. “Da qui l’invito a valutare seriamente – in accordo con la Regione e le ASST territoriali – la possibilità di dotare Cormano di una casa di comunità e/o di un Ospedale di comunità per poter offrire sempre più servizi alla cittadinanza, da affiancare alla nuova residenza per anziani Villa Flora nella rinnovata struttura del Granchio”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Sesto: “no al nuovo inceneritore”, c’è chi non è d’accordo con la Biopiattaforma

Articolo successivo

Gianfranca Duca lascia il consiglio. Cinisello B. Civica la ringrazia: “Impegno assoluto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.