28 Settembre 2021

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Due concerti per ricordare Salvatore Licitra, il tenore scomparso dieci anni fa

Due serate per celebrare il grande tenore Salvatore Licitra, scomparso dieci anni fa nel pieno di una carrierla di rilievo internazionale. Licitra, siciliano di origine, aveva trascorso la gioventù a Cinisello Balsamo, città che ora lo omaggia il 5 e il 10 settembre con due appuntamenti musicali di grande interesse.

EquiVoci Musicali, con la direzione artistica di Rachel O’Brien, ha ideato i due appuntamenti: il primo domenica 5 settembre 2021 alle ore 21 (il giorno della scomparsa di Licitra) al Teatro Pax dal titolo “E lucean le stelle: vita e voce di Salvatore Licitra”. Concerto-narrazione che ripercorre la vita del tenore traendo ispirazione dal libro di Tiziano Sossi “Salvatore Licitra, una voce quasi per caso”. Ad accompagnare il racconto celebri arie eseguite dal vivo da opere liriche che hanno segnato la sua carriera: La Traviata, Rigoletto, La Forza del destino, Tosca, La Bohème, Un ballo in maschera.

Sul palco un cast d’eccezione che vede la presenza straordinaria di Ambrogio Maestri, baritono di fama mondiale e grande amico di Salvatore Licitra, il tenore Diego Cavazzin, il soprano Giulia Mazzola, la violinista Silvia Maffeis, il M° Stefano Giannini al pianoforte e la voce narrante di Andrea Zaniboni. Durante la serata verranno anche proiettate immagini e video delle esibizioni di Salvatore Licitra.

Il secondo appuntamento è in programma venerdì 10 settembre alle ore 21, ospiti del Centro Culturale San Paolo presso Villa Casati Stampa di piazza Soncino, dal titolo: “Farinelli, voce divina”. Un concerto omaggio a Carlo Broschi, il più celebre cantante lirico di tutti i tempi, e al periodo barocco, culla musicale di quella che sarebbe poi diventata la lirica del periodo romantico. Sul palco il mezzosoprano Rachel O’Brien accompagnata dall’ensemble Il Ninfeo Urbano con brani dei grandi maestri del ‘700 come Vivaldi, Haendel, Porpora e Gluck, con strumenti storici e prassi esecutiva dell’epoca. La voce narrante di Andrea Zaniboni introdurrà il pubblico nel mondo e nell’epoca degli “evirati cantori”.

Due concerti aperti alla cittadinanza, ad ingresso libero, realizzati grazie alla collaborazione di diversi attori: l’Amministrazione comunale, l’Associazione Equivoci Musicali, la famiglia Licitra, il Centro Culturale San Paolo, la Civica Scuola di Musica Salvatore Licitra, il patrocinio del Consiglio della Regione Lombardia.

“Questo Festival – afferma Rachel O’Brien – celebra Salvatore attraverso le cose che lui ha amato di più: l’Opera, il canto e l’emozione unica dell’ascolto della musica dal vivo. Credo sia un segnale importante per i tempi che stiamo vivendo. La cultura, l’arte e la sua bellezza ci aiuteranno a ripartire”.

“E’ un onore e un orgoglio per l’Amministrazione comunale questo omaggio a Salvatore Licitra. Un nome che dà lustro alla nostra città e simbolo di cultura, non solo musicale. Un uomo che ha segnato la storia della musica e che ha lasciato a Cinisello Balsamo una importante eredità da coltivare e valorizzare. Ci teniamo quindi a ricordarlo con questo doppio appuntamento organizzato a dieci anni dalla sua scomparsa”. Così l’assessore alla Cultura Daniela Maggi.

Redazione

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Caos traffico, polemiche per un video in contromano pubblicato dal sindaco

Articolo successivo

Scuole pronte al via. Cinisello potenzia la rete wi-fi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Cliccando su “Accetto” acconsenti all’uso dei cookie.