28 Settembre 2021

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Ritorna il mercatino del sabato. Rivolta sui social contro il sindaco

A settembre torna il mercatino dell’usato di Cormano. La giunta di centrodestra ha infatti trovato un accordo con Proloco, che da anni gestisce l’organizzazione delle bancarelle, per la ripresa dell’attività dopo il prolungato stop dovuto all’emergenza sanitaria. Ma sui social impazza la protesta di molti cittadini che si aspettavano dal sindaco Magistro la chiusura definitiva del mercatino.

Nell’ultima campagna elettorale del 2019 il centrodestra aveva infatti insistito a lungo, anche con una raccolta firme, sugli episodi di illegalità che avrebbero accompagnato il mercatino del sabato in via Europa. Sull’onda dell’interesse politico erano anche arrivati alcuni deputati leghisti a supportare la protesta dell’allora consigliere di minoranza Luigi Magistro, oggi sindaco.

Resta deluso chi si aspettava il pugno di ferro perché sindaco e assessori hanno deciso che il mercato dell’usato riprenderà a funzionare ma rivisitato. Non più tutti i sabati ma due sabati al mese, non più 280 ma 110 banchi, bandita la presenza di spuntisti dell’ultima ora e soprattutto le bancarelle occuperanno la parte finale di via Europa e via Somalia, lasciando libera l’area davanti al centro sportivo e alla piscina con i relativi parcheggi.

Una riforma non da poco che però sta facendo discutere. Alla notizia pubblicata dalla giunta sui social (Gikunta Magistro Informa) si è scatenata la reazione dei tanti supporters della destra cormanese che si aspettavano una stretta finale con la chiusura definitiva del mercatino, accusato negli anni di aver portato degrado e illegalità nella zona.

Un’inidgnazione che ha spinto scuccessivamente il sindaco a pubblicare un video per spiegare ai suoi elettori che quanto deciso corrisponde a quanto scritto nel programma elettorale. Ovvero procedere ad una rivisitazione complessiva del mercatino proprio come stabilito nelle scorse ore. Ma le rassicurazioni sembrano non bastare e la protesta continua. Anche perché dopo aver cavalcato a lungo e senza risparmiare colpi le lamentele dei cittadini sul mercatino, molti elettori si aspettavano tutt’altra condotta.

Redazione

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Accoglienza dei profughi afghani. Ghilardi: “Pronto a fare la mia parte”

Articolo successivo

Raffica di Daspo nella notte. Sette persone allontanate da Cinisello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Cliccando su “Accetto” acconsenti all’uso dei cookie.