2 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Riparte il cantiere M1. Ma il sindaco polemizza sul nome della futura fermata

La notizia della ripartenza dei lavori della linea metropolitana M1 che collegherà Cinisello a Milano sta facendo discutere in città. Esulta il PD che sottolinea come il riavvio dei cantieri, fermi dall’inizio della pandemia, sia il risultato dell’intervento del comune di Milano e di come il progetto sia stato voluto fortemente dai dem e dalle passate amministrazioni.

“Il progetto è importante per Cinisello Balsamo – sottolinea il PD in una nota – perché porta con sé la riqualificazione del quartiere Bettola, che si trasformerà in un punto nevralgico per la mobilità del Nord-Milano grazie alla creazione del nodo di interscambio da cui passeranno le metropolitane M1 e M5”.

“La costruzione di un hub intermodale permetterà poi al quartiere di diventare anche un polo attrattivo per imprese e cittadini grazie alla creazione di aree commerciali e culturali. Avanti tutta con questo progetto quindi, nella speranza che finalmente si riesca a vedere la fine di questa opera fondamentale per lo sviluppo di Cinisello Balsamo”, chidue la nota.

Anche il sindaco Giacomo Ghilardi è intervenuto dopo la notizia della ripresa del cantiere ma polemizzando sulla scelta del nome da dare alla futura fermata della metropolitana. In un’intervista al quotidiano Il Giorno, Ghilardi afferma: “Se il capolinea M1 è a Cinisello Balsamo, nel quartiere Bettola, perché si deve chiamare Monza-Bettola? Un errore urbanistico e politico contro il quale mi batto fin da quando mi sono insediato”.

“Cinisello Balsamo ha una sua dignità, una sua storia e una sua identità, da rispettare. Sono tornato su questo tema, che spero si risolva, così come spero che sia concreto l’annuncio di ripartenza del cantiere, fermo da inizio pandemia. Visto che costerà ulteriori 31 milioni di euro (suddivisi tra Comune di Milano, Regione e Ministero delle Infrastrutture), continuerò a monitorare per far sì che questo sia l’ultimo incremento di costi (siamo al terzo) e l’ultimo ritardo (siamo ormai al decimo anno)”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

A Cinisello arriva il nuovo hub per la raccolta del Banco Alimentare

Articolo successivo

Coi soldi della Regione approvata un’altra rotatoria a Cinisello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.