Dopo l’incendio l’associazione GSD Serenissima chiede un aiuto

Un grave incendio, nel marzo scorso, aveva distrutto alcune strutture dell’Associazione Sportiva GDS Serenissima di Cinisello Balsamo. Un fatto che ha scosso i numerosi volontari che operano nelle società calcistica dell’Oratorio S.Pio X, di via Marconi. Adesso si rendono necessarie profonde e costose ristrutturazioni per riportare gli impianti in piena efficienza.

L’incendio ha toccato gran parte degli spazi comuni e intaccato gli spogliatoi, le docce, l’ufficio e i trofei della Serenissima. La società, che dà spazio a tanti ragazzi del luogo, chiede un aiuto a tutti e, attraverso un comunicato,di cui diamo conto, ha avviato una raccolta fondi. La campagna di crowdfunding lanciata su Produzioni dal Basso – prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation – nasce come conseguenza dell’incendio che ha colpito la struttura per riportare a nuovo gli spogliatoi, le docce, l’ufficio con i computer, comprare del nuovo materiale, un nuovo tagliaerba e tutto quello che occorre per poter rendere di nuovo accogliente il centro sportivo.

Tutti coloro che decideranno di sostenere la campagna saranno costantemente aggiornati su quanto raccolto e come verrà utilizzato. Ogni donazione sarà un piccolo tassello per far ripartire i sogni dei ragazzi sulle orme di Scirea. Per maggiori informazioni: https://www.produzionidalbasso.com /project/un-goal-per-la-serenissimadopo-l-incendio-ripartiamo-insieme/”.

Redazione

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Tesi di laurea discusse in Villa Casati, ok alla mozione del PD

Articolo successivo

UniAbita vince il Bando di Regione Lombardia: quattro nuovi progetti sull’abitare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Cliccando su “Accetto” acconsenti all’uso dei cookie.