Rendiconto in attivo per 48 milioni. “Allora perché le tasse aumentano?”

Sui conti del comune di Cinisello Balsamo è polemica tra le forze politiche. Al centro dell’attenzione è l’approvazione del Rendiconto 2020 in cui la giunta di centrodestra registra un risultato di amministrazione positivo di 48 milioni di euro e un fondo cassa di 54 milioni, 15 milioni in più rispetto al consuntivo 2019. Conti in ordine, eppure l’opposizione in consiglio comunale incalza la maggioranza: “Perché continuano ad aumentare le tasse locali?”

“Tutto molto bello se non fosse che la Giunta di centrodestra nel corso dell’ultimo anno ha continuato ad aumentare le tasse, anche in periodo di pandemia. All’Irpef non è stata ripristinata l’esenzione per i redditi inferiori a 15mila annui e la TARI è aumentata ancora, per il terzo anno consecutivo, con una città sempre più sporca, in centro come in periferia”, si legge in una nota dei dem.

“Nel frattempo non c’è nessun progetto per il futuro, nessun grande investimento all’orizzonte, le periferie rimangono abbandonate e le fasce più deboli della popolazione continuano ad essere vessate da tasse ingiustificatamente alte. Basta prendere in giro i cittadini, il comune non è un’azienda! Cinisello Balsamo merita un piano per il futuro che vada a risolvere le numerose problematiche presenti sul territorio, problematiche che questa amministrazione continua ad ignorare”, conclude la nota.

Redazione

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Le donne salvano il consultorio di Sant’Eusebio. Ok al documento bipartisan

Articolo successivo

Il sondaggio PD sulle scuole di Cinisello supera le 150 adesioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Cliccando su “Accetto” acconsenti all’uso dei cookie.