19 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Cinisello, si dimette consigliere leghista e Zonca passa al Carroccio

Un primo effetto la creazione dell’assessorato alle partite Iva e Autonomi a Cinisello Balsamo, l’avrebbe già ottenuto: le dimissioni del consigliere comunale leghista Davide Roccaro, Presidente dell’Associazione Imprenditori Nord Milano, che ha lasciato l’incarico quasi in contemporanea all’annuncio del sindaco Ghilardi della creazione del nuovo “dicastero” senza portafoglio. Secondo alcune fonti, Roccaro non avrebbe gradito la mossa del primo cittadino, che ha provocato una certa sorpresa anche nella Confcommercio locale. Ma, interpellato da La Città, l’ex consigliere chiarisce: “La mia scelta è stata sofferta. Purtroppo quest’ultimo anno, con impegni sopraggiunti dovuti all’emergenza che stiamo vivendo, mi impedisce di svolgere l’incarico con la massima cura. La decisione di lasciare è quindi esclusivamente personale e non ha a che fare con l’introduzione di un nuovo assessorato”.

Movimenti anche nella giunta. L’assessore all’Urbanistica Enrico Zonca ha deciso di passare alla Lega di Salvini, dopo essersi presentato alle scorse amministrative come civico. Una mossa che non è passata inosservata dalle parti del PD, che attacca: “Dopo essere stato candidato sindaco senza successo ed essere diventato Assessore all’Urbanistica con soli 39 voti di preferenza e senza rappresentanza in Consiglio comunale, l’Assessore Zonca gioca l’ultima carta che gli è rimasta per cercare di salvarsi dalle pressioni della maggioranza che da subito ha mostrato di mal digerire la sua presenza in Giunta”, afferma il segretario dem Alberto Galli.

“Ad oggi le tensioni non sono che cresciute: nonostante le grandi critiche mosse in passato, dopo tre anni di consiliatura non c’è un solo provvedimento significativo dell’Assessore Zonca. Persino sul nuovo PGT non è riuscito a portare in Consiglio neppure un atto di indirizzo e si è limitato a prorogare quello vecchio!”, dice il consigliere del PD Marco Tarantola. Secondo il PD, il Sindaco, dal canto suo, continuerebbe a correggere le affermazioni dell’assessore all’Urbanistica anche in contesti ufficiali così, sempre più solo, Enrico Zonca “non poteva che fare la tessera della Lega, l’azionista di maggioranza di questa Amministrazione. Così sarà più difficile che ne chiedano le dimissioni, è diventato uno dei loro, ma chissà se sarà più facile convincerlo a fargli fare qualcosa per la città”, chiosa Tarantola.

(nella foto l’assessore all’Urbanistica Enrico Zonca)

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Cosa accade nella RSA Mantovani? Le opposizioni chiedono chiarimenti

Articolo successivo

Cormano assediata dalla sporcizia. “Cura della città ai minimi storici”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.