19 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Migranti, Cinisello Balsamo Civica contro le parole del sindaco

Hanno sollevato inevitabili polemiche le parole del sindaco Ghilardi sull’intenzione di chiudere le porte all’accoglienza di Cinisello Balsamo verso i migranti sbarcati negli ultimi tempi a Lampedusa. A rispondere al primo cittadino, che ricopre il ruolo di coordinatore dei sindaci leghisti della Lombardia, ci ha pensato Cinisello Balsamo Civica che ricorda i valori di solidarietà che da sempre distinguono la nostra città.

“Il sindaco Ghilardi nega la solidarietà – si legge in una nota dei civici -, un atto contro la Nostra Comunità da sempre accogliente. I corridoi umanitari sono un programma sicuro e legale di trasferimento e integrazione in Italia rivolto a migranti in condizione di particolare vulnerabilità, ad esempio donne sole con bambini Una volta giunti sul nostro territorio viene applicato il modello di accoglienza diffusa, che prevede lo smistamento dei richiedenti asilo nelle differenti regioni del nostro Paese. È quanto accaduto ad alcuni immigrati arrivati a Fiumicino”.

“60 di questi dovrebbero raggiungere la Lombardia ma i leghisti con a capo il Sindaco Ghilardi ha tuonato che, in momenti di crisi come quella che stiamo vivendo, non si può accogliere nessuno e bisogna utilizzare i fondi solo ed esclusivamente per i cittadini italiani. In particolare una famiglia hazara è stata ferma 2 anni a Lesbo, parcheggiati lì dopo un viaggio di migliaia di km. Ora che finalmente hanno raggiunto il continente (con un arrivo in sicurezza e controllato) e ancora c’è chi gli chiude le porte. Cinisello Balsamo ci ha insegnato una storia diversa, fatt di inclusione e solidarietà”, conclude la nota.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

La rigenerazione urbana fa discutere. “La giunta utilizzi i fondi esistenti”

Articolo successivo

Rifatte le strade mancano le strisce pedonali. “Situazione di pericolo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.