5 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Un polo scolastico 0-6 anni nei piani della giunta. Costo: 2,4 milioni di euro

Una spesa di 2,4 milioni di euro per riqualificare due scuole, separate ma attigue, che diventeranno un unico polo. E’ il progetto approvato dalla giunta di Cinisello Balsamo e che riguarda la ristrutturazione della scuola dell’infanzia statale Sempione e del nido comunale La Nave. Per coprire la spesa, l’amministraziobe punta al finanziamento di un bando del ministero dell’Istruzione per la riqualificazione degli istituti.

Secondo le intenzioni del comune il progetto consentirà la massima armonizzazione degli spazi, costruendo un’ideale continuità tra gli interni e gli esterni sul tema Outdoor education. Le vetrate del salone, il portico, l’unione dei due giardini, la valorizzazione del tetto della scuola dell’infanzia e il collegamento aereo tra le due strutture sono stati pensati per dare attenzione al fare educazione all’aperto e per dare ai giardini il significato di ulteriore aula di gioco e apprendimento. Non solo, gli esterni consentiranno ai bambini di condividere vere e proprie isole comuni dove realizzare azioni e percorsi in collaborazione e sperimentando attività didattiche in comune.

“Abbiamo deciso di cogliere l’opportunità del bando ministeriale per intervenire sull’ampliamento della scuola dell’Infanzia Sempione, la cui struttura da tempo necessitava di opere di manutenzione per proporre una soluzione innovativa che razionalizzerà gli spazi creando nuove sinergie con gli altri servizi presenti: l’asilo Nido la Nave e il centro di assistenza ai soggetti con disabilità”, ha spiegato il sindaco Giacomo Ghilardi.

Emanuele Lavizzari

Dopo un titolo accademico in Lingue e Letterature Straniere ha lavorato in ambito turistico-alberghiero tra Spagna, Italia e Germania. In seguito a un master universitario in ideazione e produzione audiovisiva approda al giornalismo. Ha collaborato con alcune testate locali in Lombardia, prima di giungere all’Associazione Italiana Sommelier Editore, dove attualmente è responsabile del coordinamento redazionale, delle attività sul web e dell’ufficio stampa. Ama l’impressionismo musicale, la poesia simbolista e le contaminazioni fra generi nella musica e nella letteratura. Passa agevolmente da una tastiera di pc a quella di un pianoforte, anche se tra i due preferisce decisamente il secondo. L’ultima fatica è una laurea magistrale in Scienze della Musica, con una tesi sul compositore spagnolo Manuel de Falla. Suoi grandi interessi sono anche l’atletica leggera e la televisione. Ha corso tanti chilometri in pista, su strada e su percorsi campestri e non si è ancora stancato di farlo.

Articolo precedente

Teatro, il Gruppo di Giò rischia lo sfratto. Appello per salvarlo

Articolo successivo

Pasticcio su una delibera, l’opposizione abbandona l’aula e il sindaco l’attacca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.