30 Novembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Aiuti alle società sportive? La giunta è senza meta

La notizia che il Comune di Cinisello Balsamo ha destinato 10mila Euro per contribuire alla manifestazione podistica “Cinisello Balsamo Running Festival”, in programma allo “Stadio Scirea”, sabato e domenica prossimi, l’abbiamo appresa da un comunicato dell’opposizione di Centrosinistra. Si tratta di una bella cifra, a fronte della quale sorgono le perplessità.

Per quell’evento, il sito del Comune si è limitato a fornire indicazioni sulle modalità viabilistiche intorno all’impianto. Va inoltre precisato che quei soldi vanno all’Associazione Sportiva “Impossibile Target”, che ha sede a Sesto San Giovanni. Il fatto (poi) che tra i soci di detta società, nella cinisellese Consulta dello Sport,  vi sia chi rappresenta politicamente il Centrodestra potrà apparire del tutto accidentale. Sicuramente, avranno deliberato in piena serenità. Nulla togliamo al valore sportivo e di spesa della manifestazione. Indubbiamente attrarrà l’attenzione sulla nostra città.

Vorremmo solo evidenziare come in questi ultimi due anni l’evolversi dell’intervento dell’amministrazione comunale, in ambiti sportivi e culturali, risenta di una sorta d’involontario “situazionismo”. Tipico di chi vaga senza meta. Al contrario significherebbe, senza troppo chiedere allo sforzo intellettuale, di sviluppare un’azione coordinata. A lungo respiro. Dopotutto comporterebbe solo meno visibilità e la rinuncia a qualche autoritratto assessorile, ma produrrebbe maggiori effetti sul panorama delle piccole società sportive cittadine.

Specialmente nell’affacciarsi di un nuova e auspicabile fase post-pandemica. Esse avranno sicuramente necessità, dopo un anno di stallo, di attingere a risorse pubbliche. Se “mecenatismo” deve essere che almeno sia equamente e socialmente ben distribuito. La Consulta può formulare le proprie proposte, cionondimeno spetta alla Giunta la capacità di tradurle in pratica per tutti e senza distinzioni. Nello sport “l’una tantum” suona quale medaglia per il principe che per gli atleti. Questi ultimi vorrebbero strutture efficienti e maggiore agibilità a basso costo, tanto meglio se protratte nel tempo.

Ivano Bison

Articolo precedente

Borgomisto, arriva al sindaco la petizione dei residenti con 655 firme

Articolo successivo

“Una Ghirlanda di libri” prepara il ritorno e punta al salto di qualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.