20 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

L’impegno di McDonald’s a Cinisello: solidarietà e progetti plastic free

Rappresentano un’importante risorsa economica per la nostra città le tre sedi di distribuzione McDonald’s. Una presso il centro commerciale Le Fontane, una sul Viale Fulvio Testi, l’altra in Via Valtellina 36. Un’azienda attenta e vicina ai bisogni della comunità: una tra le prime aziende a promuovere attivamente la campagna contro l’utilizzo della plastica a partire dall’eliminazione delle cannucce che ha portato ad un risparmio di circa 105 tonnellate di plastica in Italia; la prima azienda italiana ad essere certificata da Agenzia CasaClima e che negli ultimi cinque anni ha costruito i suoi ristoranti utilizzando il 90% di materiali riciclabili; un’azienda sempre disponibile alle esperienze di alternanza scuola-lavoro, con particolare attenzione rivolta ai giovani studenti che si affacciano per la prima volta alla realtà professionale.

Fin dall’inizio della pandemia, MacDonald’s ha voluto essere vicino ai cittadini italiani, distribuendo oltre 200 tonnellate di prodotti e 10mila pasti, ai bisognosi, ai volontari, ai sanitari, già ad aprile dello scorso anno. MacDonald’s inoltre, insieme a Fondazione Ronald McDonald, con la collaborazione di Banco Alimentare che si è occupato della distribuzione, aveva in progetto di donare almeno 100mila pasti alle famiglie in difficoltà ospiti nelle strutture di accoglienza dislocate sul territorio italiano. Obiettivo ampiamente superato con la donazione di 140mila pasti. Lo scorso anno si è anche concluso un altro grandioso progetto nato dalla volontà dell’ospedale Niguarda insieme a quella di Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald che anche grazie al contributo di Fondazione Cariplo hanno inaugurato, la terza Family Room in Italia, le altre due sono a Bologna e ad Alessandria.

La Family Room di Milano, inaugurata lo scorso dicembre, è stata realizzata all’interno dell’ospedale Niguarda, in un padiglione tra il reparto di Pediatria e quello di terapia intensiva Neonatale con lo scopo di permettere alle famiglie di vivere i momenti difficili della degenza insieme ai loro figli, evitandone il doloroso distacco. Si tratta di spazi accoglienti, che accolgono le famiglie e che permettono loro di restare unite, di lavorare in smart working così da non essere costrette ad assentarsi dal lavoro, che consentono loro di trascorrere il tempo in armonia e anche di cucinare se vogliono; una grande opportunità per i familiari dei bambini che sono in cura presso l’ospedale Niguarda che potranno così seguirli per tutto il periodo della loro degenza.

“Le Family Room sono un grande progetto che mettono al centro i bambini e i bambini sono il futuro della nostra comunità” – come ha ricordato il Sindaco Beppe Sala complimentandosi e ringraziando la dirigenza dell’ospedale Niguarda, Fondazione Ronald McDonald e i numerosi volontari che concorrono a portare avanti il progetto. MacDonald’s, non solo hamburgher e take away, ma anche desiderio di sostenere la comunità.

Stefania Vezzani

Vivo a Cinisello da sempre e mi ritengo una persona fortunata: ho avuto nonni speciali e ho genitori affettuosi. Mi hanno resa forte, ottimista, mi hanno insegnato che nella vita se hai qualcosa lo devi condividere. Da qui il mio forte bisogno di rendermi utile. Vivo con questa filosofia:  "Chiediti se ciò che fai agli altri, ti farebbe del male se a riceverlo fossi tu". Collaboro col giornale dal 2013, mamma di tre figli, felicemente sposata, ritengo un dono l'amicizia, sono allegra, amo leggere, scrivere, cucinare, camminare, adoro stare all'aria aperta.

Articolo precedente

I bambini disegnano il Giro D’Italia. Un concorso per il passaggio da Cormano

Articolo successivo

“Green Game Digital”, l’ITS Cartesio in finale al torneo del riciclo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.