Approvato il bilancio, giunta soddisfatta. Bocciatura del centrosinistra: nessuna ambizione

E’ stato approvato dal consiglio comunale di Cinisello Balsamo il bilancio di previsione 2021-2023. Un documento finanziario con un pareggio di 110 milioni di euro nel 2021, che scende a quasi 84 milioni nel 2022 e a 81,6 milioni di euro nel 2023. E che prevede investimenti di 31,7 milioni di euro per il 2021 in opere pubbliche.

Soddisfatto il sindaco Giacomo Ghilardi, che afferma: “Nonostante l’evento imprevisto del Covid abbia stravolto il nostro vivere quotidiano, impegnato le nostre forze di amministratori, e continui ad accompagnare la nostra programmazione, siamo riusciti a realizzare gli obiettivi di mandato. Soprattutto possiamo dire con orgoglio che già da quest’anno saremo in grado mettere in moto la progressiva azione di “restituzione” alla città delle risorse aggiuntive richieste per far fronte all’altra emergenza che aveva caratterizzato lo scorso bilancio, quella del debito legato alla vicenda Caronte”.

La giunta guarda fiduciosa al prossimo futuro grazie alle rirorse in arrivo dai fondi europei per un massimo di 15 milioni di euro, destinati alla rigenerazione urbana e ottenuti grazie alla partecipazione al bando che ha visto Cinsiello prima tra i comuni lombardi.

Forte critiche al bilancio arrivano invece da parte dell’opposizione di centrosinistra, che insiste sulla preponderanza del carico fiscale e boccia la delibera. “Un bilancio senza ambizioni, con interventi da parte del centrodestra tutti giocati su quello che si è fatto negli scorsi mesi, piuttosto che su quello che si intende fare. Le uniche novità reali sono l’aumento della Tari sulle utenze domestiche e una riduzione degli investimenti. Non è stata neanche reintrodotta la fascia di esenzione fino a 15mila euro dell’addizionale Irpef eliminata l’anno scorso, contraddicendo una mozione approvata nel 2020 dalla stessa maggioranza”, si legge in una nota di PD e Cinisello Balsamo Civica.

“Nel Piano delle Opere Pubbliche – continua la nota – sono stati eliminati 250mila euro di interventi sulla manutenzione scolastica delle scuole, 184,000 di fondi per l’edilizia residenziale pubblica e 300mila di interventi sugli edifici comunali. Senza contare che giacciono ancora inutilizzati i fondi del PII Bettola e di parte del Bando Periferie: nessuna risposta dalla Giunta su quando saranno attuati gli interventi previsti”.

Approvati alcuni emendamenti proposti dal centrosinistra E’ stato infatti inserito nel Documento unico di programmazione l’obiettivo di sostenere le forme di pedagogia outdoor, come richiesto dal Movimento Scuola Aperta. E’ stato poi approvato un emendamento di 50mila euro per sostenere interventi straordinari per la Scuola Villa. Ha ricevuto un voto favorevole anche la richiesta di incrementare di 10mila euro i fondi a favore delle associazioni sportive per far fronte all’emergenza Covid. Infine, è stato dato parere favorevole all’incremento dei fondi per una campagna informativa a sostegno dei servizi comunali e intercomunali che si occupano di contrasto alla violenza di genere, attraverso il coinvolgimento delle realtà associative e degli esercizi commerciali cittadini.

Redazione

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Primo Maggio in ricordo delle vittime sul lavoro

Articolo successivo

Legambiente raccoglie 60 sacchi di spazzatura. Allarme sporcizia a Cormano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Cliccando su “Accetto” acconsenti all’uso dei cookie.