20 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Il Prefetto dà ragione alle opposizioni, il PD chiede le dimissioni di Fiorino

Si è espresso ieri il Prefetto in seguito alla mozione di sfiducia nei confronti del Presidente del Consiglio Comunale Fiorino. La mozione era stata presentata a metà febbraio dalle forze di opposizione unite, per le limitazioni di tempo concesso loro in sede di Consiglio Comunale.  Il Prefetto ieri ha dato ragione alle opposizioni, non giustificando tale comportamento.

La motivazione dell’amministrazione, sulla limitazione dei tempi concessi ai partiti di minoranza, è sempre stata l’emergenza sanitaria, ma il Prefetto ha ritenuto tale giustificazione insufficiente perché gli strumenti telematici in uso consentono un uguale, corretto e, soprattutto, sicuro svolgimento del Consiglio Comunale, senza il bisogno di contingentazioni. Queste limitazioni, infatti, anche a distanza di quasi un anno e mezzo dall’inizio della pandemia hanno continuato a perpetrarsi.

Il Partito Democratico di Sesto scrive sui propri canali social della decisione del Prefetto sottolineando di come il Consiglio Comunale fosse ormai diventato “ostaggio della maggioranza” e non più sede di discussioni democratiche. Inoltre aggiunge “Ci aspettiamo dunque il ripristino dei tempi corretti e le dimissioni del Presidente Fiorino che ha abusato del suo ruolo, prevaricato il Consiglio Comunale, limitato la rappresentanza di tutti i cittadini sestesi e impedito il confronto politico tra tutti i consiglieri, tanto di opposizione quanto di maggioranza, anche loro messi in silenzio”.

Elisa Mariam Rady

Mi chiamo Elisa Mariam Rady e sono una studentessa di 24 anni, attualmente iscritta al secondo anno di magistrale in giornalismo presso l'Università di Parma. Sono una ragazza determinata, umile e volenterosa, mi nutro di curiosità ed entusiasmo. Sogno una carriera da giornalista e scrittrice.

Articolo precedente

Un confronto tra giovani per la Cinisello del futuro, si parte dal Primo Maggio

Articolo successivo

Educazione nella natura, nasce il progetto ALI per i bambini di Cinisello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.