4 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Sesto ospiterà il Giro D’Italia: orgoglio per la città

Domenica 30 maggio sarà una giornata storica per Sesto San Giovanni e i sestesi, in particolare per i più appassionati di ciclismo. Il Giro d’Italia, infatti, attraverserà la città che per la prima volta si tinge di rosa (anche se in altre edizioni del Giro la corsa aveva toccato fugacemente la città). I ciclisti, nella prova cronometro (Senago-Milano) conclusiva della gara, passeranno dalla Rondinella, dalla Galleria Campari e dalle ex aree Falck.

I tratti percorsi saranno: via Monte Grappa, viale Gramsci, via Zara, il sottopasso della ferrovia, piazza Armando Diaz, via Giovanna D’Arco, viale Marelli, in direzione di viale Monza per raggiungere Milano, più precisamente piazza del Duomo, punto di arrivo della manifestazione. Domenica 30 maggio le vie interessate dal percorso del Giro saranno inibite alla sosta e alla circolazione dalle 8 alle 17.30 circa.

Sesto inoltre sarà anche il punto di partenza per il Giro E, un evento cicloturistico (21 tappe con un chilometraggio giornaliero che può variare dai 70 ai 115 chilometri.) in sella a biciclette con pedalata assistita, inserito nel calendario della Federazione Ciclistica Italiana, che avrà come scopo quello di far vivere a tutti gli amanti della bicicletta, i ciclisti amatori o ex professionisti, l’esperienza di percorrere le strade del Giro d’Italia nelle stesse giornate dedicate alla storica competizione. Le maglie della corsa sono legate ognuna a uno degli obiettivi di sviluppo sostenibile individuati in agenda: affordable and clean energy (maglia viola) – industry, innovation and infrastructure (maglia arancio) – quality education (maglia rossa) – sustainable cities and communities (maglia bianca) – climate action (maglia blu) – good health and well-being (maglia verde).

Commenta con soddisfazione l’evento il sindaco Roberto Di Stefano: “Siamo orgogliosi di ospitare il Giro d’Italia che contribuirà a valorizzare ancora di più il nostro territorio e vedrà tantissimi campioni di ciclismo sfidarsi in una competizione storica di livello mondiale”.

Elisa Mariam Rady

Mi chiamo Elisa Mariam Rady e sono una studentessa di 24 anni, attualmente iscritta al secondo anno di magistrale in giornalismo presso l'Università di Parma. Sono una ragazza determinata, umile e volenterosa, mi nutro di curiosità ed entusiasmo. Sogno una carriera da giornalista e scrittrice.

Articolo precedente

Le antiche vie romane “adottate” dalla parrocchia di Sant’Eusebio

Articolo successivo

Commercio, plateatico gratuito fino al 30 settembre a Cinisello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.