2 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Tricolori alle finestre e un evento online. Il covid ferma il corteo del 25 Aprile

Non ci sarà il tradizionale corteo per via delle restrizioni previste dall’emergenza sanitaria e la Festa di Liberazione del 25 aprile si terrà a Cinisello Balsamo come lo scorso anno, in modalità differenti dal solito e con alcuni appuntamenti. L’Amministrazione comunale invita la cittadinanza a esporre il tricolore.

Si comincia venerdì 23 aprile alle ore 21 con la presentazione del romanzo “Angela. Una storia d’amore nella guerra partigiana”. Appuntamento sul canale Youtube del Comune, youCiniselloBalsamo, raggiungibile anche dalla pagina apposita del sito istituzionale (http://bit.ly/LibroAngela) o di Facebook. Parteciperanno Lucia Bellaspiga, giornalista di Avvenire; il Sindaco, Giacomo Ghilardi; l’autore del libro, il nostro concittadino appassionato di storia locale Ezio Meroni e Roberto Losa per la casa editrice Marna.

Il romanzo è uno spaccato dell’Italia, di Cinisello Balsamo e della Valsassina dopo l’8 settembre 1943, che racconta i sentimenti, la passione, l’impegno politico di Dina Cereda, nome di battaglia Angela, staffetta partigiana e di Andrea Ricci, detto Gilera, combattente delle brigate garibaldine nella zona della Valsassina. Una storia vera di un amore, nato a Cinisello Balsamo, ma che si sviluppa sullo sfondo degli avvenimenti che hanno segnato gli ultimi due anni della seconda guerra mondiale. Una vicenda toccante e drammatica che ha ispirato Zucchero Fornaciari per la sua canzone Don’t cry Angelina.

Domenica 25 aprile, alle ore 10, la Santa Messa presso la Parrocchia san Martino di piazza Soncino alla presenza dei rappresentanti delle Associazioni.

Infine, l’Amministrazione comunale ha concesso il patrocinio all’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani per la realizzazione della mostra fotografica “Memorie di ribelli. La presenza dei cattolici nella Resistenza” allestita presso il Circolo Concordia di via Rimembranze 10, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede.

“Il 25 aprile è la festa di tutti gli italiani, dell’Italia – dice il Sindaco Giacomo Ghilardi –. Le restrizioni causa pandemia non ci consentono di celebrare questa giornata come vorremmo, ma grazie alla tecnologia e ad alcune precauzioni possiamo ugualmente evocarne degnamente il significato. Cinisello Balsamo è una città dalla lunga memoria, dagli esempi partigiani, dalle storie incredibili come quella di Angela che ha persino ispirato l’omonima canzone di Zucchero. Ci auguriamo che la cittadinanza partecipi alle nostre iniziative e condivida con noi il doveroso ricordo della Liberazione”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Ginnastica artistica, il cinisellese Edoardo De Rosa agli europei di Basilea

Articolo successivo

La giunta di centrodestra salva le nutrie. Per i disabili di Cascina Gatti c’è lo sfratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.