12 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

“Vergognoso teatrino politico”, l’associazione Sottocorno all’attacco sull’ambiente

Lo scorso martedì si è tenuta la seconda Commissione Consiliare per la pianificazione urbanistica ed ambiente. L’associazione Sottocorno, in prima linea nella tutela e difesa dell’ambiente sul nostro territorio, definisce il tutto un “vergognoso teatrino politico andato avanti per due ore senza produrre nulla”, aggiungendo che “non si è capito il perché sia stato richiesto, né tanto meno dove si voleva arrivare”.

All’alba della riunione c’erano già state polemiche, avanzate dalla sinistra, per la richiesta da parte dell’assessora Magro di avere le domande in anticipo. L’associazione lamenta soprattutto la generalità sia delle domande sia delle risposte “preparate a dovere e che vertevano sulla gestione del verde, argomento importante ma non fondamentale, nel 2021 in una città, come Sesto, che è stata nominata sito di interesse nazionale per l’inquinamento post industriale siderurgico del XX secolo. Incomprensibile anche la squadra di sostegno richiesta dalla stessa assessora, dove non era chiaro chi gestiva l’assemblea e chi doveva dare le risposte”.

L’associazione, poi, prende le distanze “da quanto esternato da qualche politico nostrano”, ribadendo di non essere sotto l’ala di nessun partito politico. “Siamo liberi da qualsiasi vincolo, nessuna bandiera, con buona pace degli pseudo statisti di una classe politica locale che sui problemi ambientali non ha né proposte, né soluzioni degne di nota che non vadano oltre gli abbattimenti o la cementificazione del territorio, quasi gli faccia schifo preservare quel poco che si è salvato”. In particolare si fa qui riferimento agli abbattimenti nel parco della Bergamella, area che avrebbe dovuto essere bonificata, come sempre sostenuto dall’associazione e che, invece, è stata luogo di molti abbattimenti di alberi e arbusti.

Grande indignazione in queste parole che fanno ben intendere quanto lo scontro sulla questione centrale dell’ambiente non trovi pace o accordo nella nostra città.

Elisa Mariam Rady

Mi chiamo Elisa Mariam Rady e sono una studentessa di 24 anni, attualmente iscritta al secondo anno di magistrale in giornalismo presso l'Università di Parma. Sono una ragazza determinata, umile e volenterosa, mi nutro di curiosità ed entusiasmo. Sogno una carriera da giornalista e scrittrice.

Articolo precedente

Parola d’ordine “inclusione scolastica”, cosi l’istituto Falck è tornato a splendere

Articolo successivo

Ginnastica artistica, il cinisellese Edoardo De Rosa agli europei di Basilea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.