15 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Mancano i medici di base, PD: “Solo ora la giunta ci dà ragione, perso tempo”

Sulla carenza di medici di base è ancora scontro politico a Cinisello Balsamo. Ad innescare la miccia sono state le recenti dichiarazioni del sindaco Giacomo Ghilardi che, per far fronte alla mancanza di medici nei quartieri Sant’Eusebio e Borgomisto, si è detto pronto ad offrire spazi con affitti calmierati, proprio come chiedeva da molto tempo il centrosinistra che era rimasto inascoltato.

Ed è proprio il Partito Democratico a passare all’attacco puntando il dito sul tempo perso in questi mesi. “È grave che la Giunta abbia recepito solo ora la proposta che come Partito Democratico avevamo presentato con un OdG in Consiglio comunale già lo scorso settembre, sei mesi fa”, esordisce Alberto Galli segretario del PD di Cinisello Balsamo.

“Se l’Amministrazione avesse accolto la nostra proposta a settembre, anziché bocciarla,” continua Galli “avrebbe potuto fin da subito ridistribuire la presenza dei medici di base sul territorio, all’interno dei locali comunali, in particolare fronteggiando la situazione critica nei quartieri di Sant’Eusebio, Borgomisto e Crocetta che sono rimasti sguarniti e senza neanche un medico di famiglia per l’intero periodo invernale!”.

Conclude il segretario del PD: “In tutto questo tempo la Giunta non è stata in grado di mettere in campo soluzioni alternative, si è dimostrata priva di idee e in ritardo nell’applicare quelle degli altri: purtroppo a farne le spese sono stati proprio i cittadini che hanno subito disagi e disservizi, costretti in molti casi a doversi rivolgere a studi medici di altri comuni.” e da ultimo avverte “Se la proposta del PD è considerata oggi valida, non si capisce perché non lo fosse sei mesi fa. Sarebbe il caso che la Giunta la smettesse di fare valutazioni politiche di parte e iniziasse a valutare le proposte a partire dal loro merito: sulla salute dei cittadini non si scherza”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

L’UE a Cinisello, giovani europei a confronto: si chiude il progetto BASE

Articolo successivo

Legge contro la propaganda nazi-fascista, superate le 140mila firme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.