30 Novembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Senato approva assegni per i figli. Il Comune di Cinisello prepara attuazione

Un assegno unico e universale per i figli dal settimo mese d’età ai 21 anni.Il Senato ha approvato una quota, per un massimo di 250 Euro, da liquidare ogni mese (o come credito d’imposta)a tutte le famiglie con prole. Il beneficio è rivolto ai genitori, anche se separati o single, ma con i figli a carico di entrambi. Una maggiorazione avverrà dal terzo figlio in poi e non avrà limiti d’età nel caso di disabilità.

Su questo versante il Comune di Cinisello Balsamo si dice pronto ad attuare, con rapidità, il provvedimento. “Come Amministrazione locale stiamo già lavorando per dare chiarezza e risposte puntuali alle famiglie, soprattutto in questo momento di difficoltà e incertezza sociale ed economica” promette il sindaco Giacomo Ghilardi. Gli fa eco l’Assessore alla Famiglia, Riccardo Visentin, il quale aggiunge: “A questo proposito, a seguito della recente delibera di Giunta, subito dopo Pasqua sarà convocato il Tavolo Politiche Familiari, che sarà impegnato, in questa direzione”

La novità consiste nel fatto che nel provvedimento del Senato rientrano anche le Partite Iva, autonomi e incapienti. Per i cittadini extra Ue è necessario il permesso di soggiorno, versare l’Irpef in Italia, vivere con i figli a carico e essere residente in Italia per almeno due anni, anche non continuativi, essere in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o di durata almeno biennale.

Ivano Bison

Articolo precedente

Con una cerimonia i sindaci spengono il vecchio inceneritore. Al via la Biopiattaforma Cap

Articolo successivo

Vaccinazioni di prossimità. I sindaci della Brianza protestano con la Regione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.