4 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Il monumento alle vittime del covid divide i cormanesi. “Opera di cattivo gusto”

Sta facendo discutere i cormanesi l’opera inugurata il 21 marzo scorso a Cormano in ricordo delle vittime del covi-19. Durante la cerimonia alla presenza del pubblico (una piccola folla radunatasi nonostante le indicazioni contrarie della zona rossa) il sindaco Luigi Magistro ha svelato l’opera dell’artista cormanese Juri Sgaria, che resterà a futura memoria sulla facciata laterale del palazzo comunale in piazza Scurati, in ricordo delle 77 vittime cormanesi della pandemia.

L’opera, realizzata in legno, è altamente esplicativa (ai limiti del didattico): un grosso coronavirus campeggia su un totem in legno con l’incisione dedicata alle vittime. Una scelta stilistica che non sembra convincere tutti i cormanesi. Su alcuni profili Facebook sono apparse molte critiche: “Inguardabile, da strapaese”, “Hanno fatto il monumento al virus”, “E’ terribile”, “Opera di cattivo gusto” e via dicendo.

Ma l’attacco più acceso arriva da Maurizio Trezzi, ex vicesindaco di Cormano, che scrive: “Non entro nel merito, anche se varrebbe la pena farlo, sulla qualità artistica dell’opera e sull’uso, o meglio l’abuso, di simbologie stereotipate, francamente inguardabili. Mi limito a constatare, ancora una volta, come l’unica vera attività di cui questa amministrazione è capace sia la propoganda. Che tenta, invano, di celarne la pochezza e l’insipienza. C’è chi pianta alberi a futura memoria e conserva dignità e rispetto per chi ci ha lasciato. E chi, al contrario, propone tutto ciò. E non è solo questione di stile”.

Molte sono anche le lementele sulla mancanza di partecipazione. Per molti la creazione di un’opera di questa rilevanza emotiva avrebbe dovuto essere realizzata attraverso un concorso di idee da parte della cittadinanza. Ma la giunta di centrodestra ha deciso di imboccare una strada diversa. D’altra parte una delle prime iniziative dell’Amministrazione, in carica da due anni, è stata di non confermare lo strumento del bilancio partecipativo.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Sesto, -2 allo spegnimento dell’inceneritore. Il sindaco esulta, ma il PD attacca: “Non è merito suo”

Articolo successivo

Prorogata l’occupazione gratuita del suolo pubblico per i commercianti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.