14 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Dal confronto con cittadini e associazioni le proposte del Pd per il bilancio del comune

Partito Democratico di Cormano al lavoro per coinvolgere cittadini e associazioni nei futuri progetti per la città. Dal novembre scorso il circolo cittadino ha avviato il percorso delle “Piazze Digitali”. Una serie di incontri in videoconferenza aperti alla cittadinanza e alle associazioni, che ha già portato ad alcuni tangibili risultati. Come, ad esempio, la costruzione dei 20 emendamenti per il bilancio di previsione 2021 del comune, che il Pd porterà alla votazione in aula al prossimo consiglio comunale del 31 marzo.

Cinque sono state le serate di confronto con altrettanti temi: Sanità, Scuola, Ambiente e Territorio, Sport e Cultura. Proprio grazie al confronto con numerosi cittadini che hanno voluto partecipare a queste serate, sono nate le proposte che i consiglieri di opposizione del Pd ora presenteranno alla giunta di Cormano, chiedendo che vengano accolte.

“Sono sicuramente proposte di buon senso”, afferma Marco Pilotti, segretario e capogruppo dei democratici cormanesi, “che sono nate anche da molte discussioni che a volte partivano anche da visioni diverse, ma che si sono poi concretizzate in una visione molto simile della nostra città, dai servizi alle infrastrutture. Grazie alla possibilità che abbiamo dato, attraverso questo format, di poter partecipare e dire la propria, abbiamo potuto capire che in città ci sono molte persone che si preoccupano del bene comune e che condividono con noi l’idea di una città in cui si possa vivere meglio. E’ importante, anche in un momento dove manca molto la socialità, dare voce a queste persone, anche con piattaforme virtuali. Ascoltarle e assieme a loro provare a proporre alla giunta di centro destra alcuni punti che possano migliorare Cormano”.

Molti sono i temi che verranno affrontati con questi emendamenti; dall’acquisto di materiale sanitario da mettere poi in condivisione con le realtà cittadine per sanificare gli spazi occupati dalle associazioni, ai tamponi rapidi per gruppi o cittadini, continuando poi con l’aiuto alle scuole e alle famiglie che oggi sono costretti alla DAD attraverso il potenziamento delle linee internet e la fornitura di PC o Tablet. Sempre per quanto riguarda la scuola, la ripresa ed il potenziamento del Pedibus, non solo con l’aiuto dei volontari ma anche con i percettori di sussidi, percorsi psicologici che aiutino i più piccoli a superare questo momento di grande difficoltà dato dalla privazione della socialità. Per quanto riguarda l’ambiente ed il territorio, si chiede una cura maggiore degli spazi urbani della città, un potenziamento della mobilità dolce e lo studio di un nuovo piano urbano del traffico. La cultura al centro dell’azione amministrativa, attraverso un percorso che coinvolga tutte le realtà e gli operatori del territorio ed infine lo sport, dove si chiedono maggiori spazi attrezzati all’aperto, sulla scia del successo che sta ottenendo la palestra all’aperto nel parco dell’acqua.

“Spero che la maggioranza che siede in consiglio comunale non bocci per partito preso le idee che abbiamo presentato, proprio perché nascono dalla volontà di collaborare con la città per supplire alle mancanze che oggi ci sono a Cormano” spiega il segretario Pilotti. “Per chi fa opposizione serve un lavoro come questo, di coinvolgimento di così tante persone e portando tutti questi contributi all’interno della discussione in aula. Speriamo questo venga apprezzato e riconosciuto.”

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Dietrofront della giunta a Sesto, dopo la raccolta di firme la scuola Rovani è salva

Articolo successivo

L’Università della Terza età resiste alla pandemia, anche in Dad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.