A rischio la Bitron di Cormano. Il Pd incontra i lavoratori e si rivolge al comune

Non è la prima volta negli ultimi anni che lo stabilimento della Britron, azienda di componenti elettronici, entra nel cono d’ombra della crisi. Calo della produzione e degli investimenti nel sito di Cormano mentre la società, con stabilimenti sparsi in tutto il mondo, pare continui a crescere. Lo dicono le rappresentanze sindacali che lanciano l’ennesimo grido d’allarme sul rischio di una probabile chiusura dell’impianto cormanese e la perdita dei posti di lavoro. Andati a vuoto i tentativi di contatto tranle maestranze e la dirigenza aziendale per ottenere informazioni precise sul destino dell’insediamento cittadino.

A raccogliere le preoccupazioni dei lavoratori è il Partito Democratico che ne ha incontrato una delegazione e che ora chiede all’Amministrazione comunale di intervenire. Subito è scattata la richiesta della convocazione della commissione consigliare per le attività produttive per coinvolgere tutto il consiglio comunale in questa difficile partita. Armi spuntate a disposizione di enti locali chiamati a confrontarsi con delle multinazionali. Ma intanto qualcosa si muove.

Redazione

Redazione "La Città"

Articolo precedente

La proposta del PD (bocciata) per facilitare il pagamento della Tari

Articolo successivo

Dalle case popolari ai giovani. La parabola di Bolognini, l’assessore leghista in visita a Cinisello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Cliccando su “Accetto” acconsenti all’uso dei cookie.