Un giallo scritto in Crocetta

“L’ultima fermata prima del perdono” è un libro di Eryk Frontini. Abita a Cinisello Balsamo

Protagonisti e comprimari risulteranno tutti incastonati in un percorso con in primo piano un medico capitato, suo malgrado, nel groviglio di situazioni a dir poco inquietanti. Il tragitto(Milano, la Sardegna e Parigi) porta nei luoghi in cui si svolge la storia. Gli interessi finanziari legati allo sfruttamento commerciale di aree della metropoli lombarda, suscitano l’interesse della magistratura a cui fanno da sponda rivelazioni, poco rassicuranti per l’interesse della collettività. Notizie che provengono da giovani donne dedite al mestiere più antico del mondo. Il susseguirsi dei fatti di sangue rendono ancor più intricato il prosieguo della narrazione complicando un puzzle le cui tessere sono presenti fin dalla frequentazione di una villa. Si chiama “Orchidea” un fiore che riecheggia il rischio che si corre soffermandosi solo all’estetica bellezza senza carpirne l’origine e le radici. Gli ingredienti del thriller ci sono tutti, tuttavia il gusto si rivelerà al lettore solo alla fine.

Eryk Frontini è uno scrittore milanese che abita a Cinisello Balsamo, Quartiere Crocetta. Egli definisce il suo libro “una verosimile e adorabile menzogna”. E’ sposato e ha tre figli.

L’Ultima fermata prima del Perdono – bookabook

Ivano Bison

Ivano Bison

Articolo precedente

Offrono i pasti alla Caritas, il miracolo degli studenti di cucina del Ciofs

Articolo successivo

I lavori della M1 riprendono e la giunta di Sesto si intesta il merito

Un commento

    Avatar
  • Sembra interessante lo comprerò 👍👍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Cliccando su “Accetto” acconsenti all’uso dei cookie.