15 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Attacco nazi-hacker, è ora di dire basta

Era l’ultimo di un ciclo di tre incontri sulla memoria e l’Olocausto rivolti agli studenti delle scuole di Cinsiello. Ultima lezione del professor Raffaele Mantegazza quando hanno fatto irruzione con una foto di Hitler i nazi-hacker, interropento a più riprese la lezione con bestemmie e slogan nazi-fascisti. Un orrore che ha costretto l’organzizatore a cambiare piattaforma di video conferenza ma gli hacker sono riusciti ad intrufolarsi anche lì.

Il professor Mantegazza ha subito scritto sui social: “L’evento “Lo zaino della memoria” che prevedeva tre incontri on line con ragazzi delle scuole di Cinisello, dopo i primi due incontri andati benissimo, è stato sospeso al terzo incontro per hackeraggi sia su zoom che su meet: contenuti antisemiti, insulti ecc.. Un fatto assolutamente grave che segnalo alla stampa e a tutti i cittadini”.

Immediata la reazione di forze politiche e associative. Anpi Cinisello ha diffuso un comunicato che afferma: “La nostra Associazione conosce bene il professor Mantegazza, più volte invitato per incontrare gli studenti della nostra città. Conosciamo le sue grande capacità pedagogiche e siamo dispiaciuti che gli studenti non abbiano potuto partecipare all’incontro. Un’occasione persa per poter conoscere il dramma della deportazione. Al professor Mantegazza va tutta la nostra solidarietà”.

Un fatto grave che rischia di non essere sanzionato. Molto complicato risalire all’identità dei sabotatori che hanno agito nel completo anonimato. Torna quindi attuale, anche nel nord Milano, il problema del neo-fascismo, verso il quale occorre sviluppare anticopri potenti, già nelle scuole. Ed è per ques ctohe gli hacker hanno colpito proprio una lezione scolastica, perché l’educazione alla memoria delle giovani generazioni è ciò che spaventa di più i revisionisti violenti.

Il nostro giornale esprime solidarietà al professor Mantegazza e a tutti coloro che sono colpiti dalla propaganda neo-fascista e consiglia ai lettori di firmare la proposta di Iniziativa Popolare perché vengano stabilite le norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti.

Si può fare nel proprio comune. A Cinisello si potrà firmare fino al 25 Marzo 2021. Da Lunedì a Sabato si firmerà, negli orari d’apertura, presso il Punto in Comune-Sportello Polifunzionale. L’ufficio si trova in via XXV Aprile, 4

Redazione "La Città"

Articolo precedente

“Se la vaccinazione dovremo prenotarla, i medici di famiglia che ci stanno a fare?”

Articolo successivo

Aido Bresso celebra i suoi primi 40 anni. Manni nuovo presidente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.