30 Novembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Ghilardi e Granelli nel cantiere M1. “La fermata deve chiamarsi Cinisello-Monza”

C’era attesa questa mattina per il sopralluogo delle autorità comunali nel cantiere di Cinisello Balsamo per il prolungamento della M1 fino a Monza, dove sono rirpesi i lavori dopo un rallentamento di un anno e mezzo dovuto alle difficoltà delle imprese coinvolte nel progetto. Il riavvio dell’opera costerà altri 167 milioni di euro, in gran parte (100 milioni) finanziati dal governo mentre il resto da Regione Lombardia e dai comuni di Cinsiello, Sesto, Monza e Milano. All’incontro era presente l’assessore ai lavori pubbici del capoluogo Marco Granelli, il sindaco di Cinsiello, Giacomo Ghilardi e i tecnici di MM.

“Questa è una delle prime tappe, ringrazio il Comune di Milano e MM per la disponibilità e per l’interlocuzione che non sono mai mancate. Giovedì scorso ci siamo incontrati e abbiamo stabilito di fare questa visita, ora abbiamo concordato di mettere quanto prima al tavolo tutti gli attori”, il Sindaco, in accordo con Granelli, ha osservato come “sia quanto mai importante un approccio di estrema trasparenza e di collaborazione di fronte a opere di questa portata, e la variante ottenuta sul percorso della M5 ne è un esempio proficuo. Da parte nostra massima attenzione nel monitorare tutti i passaggi che avverranno fin dai prossimi giorni, con la richiesta di essere presenti a tutti i tavoli tra MM, Comune di Milano, operatore e impresa, cosa che fino ad ora non è avvenuta. Ora è tempo di unire le forze, la nostra collaborazione è massima per arrivare all’obiettivo della riqualificazione delle aree interessate nell’ottica di restituirle alla fruibilità dei cittadini”.

“Tra le nostre istanze, anche quella del cambio di denominazione della fermata, che deve diventare “Cinisello-Monza”, per identificare questo luogo in modo più appropriato – ha aggiunto il sindaco – Cinisello Balsamo è un luogo strategico per tutta l’area metropolitana e lo diventerà ancor di più con l’arrivo delle due linee della metropolitana”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Cinisello Balsamo: è possibile firmare la Proposta di Legge contro la propaganda nazi-fascista

Articolo successivo

Un fondo per la ricerca nelle cure palliative in memoria di Fiorenza Bassoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.