26 Novembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Mancano medici a Cinisello, “da ottobre nulla è cambiato”

Continua a fare discutere la carenza di medici di base a Cinisello Balsamo dove alcuni quartieri registrano ormai da mesi l’assenza di presidi sanitari. A sollevare la questione, già discussa nello scorso ottobre, è il Partito Democratico cittadino che denuncia, ancora una volta, il mancato avvicendamento dei medici andati in pensione. A Sant’Eusebio e Borgo misto sono rimasti soltanto due medici di famiglia e a nulla è valsa la raccolta di firme organizzata da alcune associazioni per smuovere le acque. “Le nostre proposte – si legge in una nota del PD – prevedevano di concedere a medici e pediatri edifici a prezzi calmierati o in comodato d’uso gratuito, pratiche che vediamo oggi messe in atto anche da altri comuni”. E infatti nella vicina Sesto San Giovanni, il comune ha messo a disposizione uno spazio per ospitarel ‘ambulatorio di due nuovi medici, nominati in sostituzione di due colleghi andati in pensione.

“Da oltre 3 mesi la situazione a Cinisello non è però cambiata, e dall’amministrazione continua ad arrivare solo un silenzio preoccupante, che si riflette in maniera decisa sui servizi di assistenza sanitaria locale e sulle condizioni di salute dei cinisellesi”, concludono i dem. Nell’ottobre scorso il sindaco Ghilardi aveva affrontato il tema con queste parole: “Il problema, come avete potuto capire, non è un problema di spazi dove esercitare l’attività, tema questo su cui, comunque, stiamo lavorando da tempo con AMF su una soluzione che potrebbe vedere spazi affiancati alle farmacie, ma un problema di numero di medici disponibili, a cui ATS sta cercando di rimediare”. Per il momento però non ci sono novità né sul fronte spazi nelle farmacie né su quello Ats.

Il 14 gennaio scorso, in una lettera indirizzati ai dirigenti di Ats il primo cittadino, è tornato alla carica. “Devo necessariamente condividere con voi – scriveva il sindaco – la mia viva preoccupazione per un avvicendamento tra i Medici di Medicina Generale del nostro territorio, già collocati a riposo, e i loro sostituti; tale avvicendamento non è ancora avvenuto e la situazione si è fatta insostenibile, data la densità di popolazione e l’ampiezza del territorio del nostro Comune. ln assenza, ad oggi, di riscontri positivi, sono a chiedervi l’esito delle procedure dr selezione riguardo alle figure assegnate al nostro territorio. Non ci sono più i margini per soprassedere e rinviare un avvicendamento imprescindibile. A tale proposito, sono a richiedervi altresì un incontro in videoconferenza quanto prima. Sarà inoltre mia premura portare all’attenzione della Presidenza della Regione la ormai insostenibile situazione del mio territorio”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Cormano maglia nera nel Nord Milano per i decessi nell’anno del covid

Articolo successivo

Margherita Farinella, di Cinisello, eletta segretaria dei Giovani Dem del Nord Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.