2 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Protezione Civile di Cinisello riporta a casa la bimba operata al Gaslini (Genova)

A volte ci si trova a guardare la vita da una prospettiva insolita, ad affrontate sfide inaspettate, a domandarci come fare a superarle. Succede anche, non sempre purtroppo, che la soluzione sia a portata di mano e che ci venga presentata come un meraviglioso inaspettato regalo. E’quanto capitato ad una famiglia della nostra città, che si è trovata a convivere con un grave problema di salute della propria bimba che necessitava di un intervento delicato da farsi nell’ospedale pediatrico Gaslini di Genova. L’intervento è ben riuscito, la degenza è trascorsa senza particolari traumi ma il momento delle dimissioni dall’ospedale procurava alla famiglia della piccola, sebbene gioia da una parte, ulteriore ansia dall’altra. La ragione era dovuta alla difficoltà di affrontare il viaggio Genova-Cinisello. Tornare a casa era ciò che tutti desideravano di più, ma l’angoscia di non poter offrire un mezzo adeguato alla piccola era per il padre fonte di sofferenza. La solidarietà non si è però fatta attendere e alcuni concittadini della Crocetta, quartiere in cui risiede la famiglia, si sono rivolti al corpo di Protezione Civile di Cinisello. “I medici del Gaslini sconsigliavano il viaggio in treno – ci racconta il Presidente Vincenzo Acquachiara- i genitori non avevano mezzi propri per il rientro e quando alcuni abitanti del quartiere ci hanno segnalato la difficoltà per far rientrare la piccola a casa per noi è stato un piacere decidere di andarla a prendere e farla viaggiare sul nostro mezzo, un furgone a nove posti. Tre dei nostri volontari, Luigi, Salvatore e Moreno si sono organizzati per il rientro. Proprio in questi
giorni abbiamo sentito la bimba, sta bene ed è serena” Queste sono le notizie che ci piace sentire, grazie ai cittadini che si sono mostrati attenti e solidali e grazie alla Protezione Civile, sempre pronta ad intervenire in caso di bisogno.

Stefania Vezzani

Vivo a Cinisello da sempre e mi ritengo una persona fortunata: ho avuto nonni speciali e ho genitori affettuosi. Mi hanno resa forte, ottimista, mi hanno insegnato che nella vita se hai qualcosa lo devi condividere. Da qui il mio forte bisogno di rendermi utile. Vivo con questa filosofia:  "Chiediti se ciò che fai agli altri, ti farebbe del male se a riceverlo fossi tu". Collaboro col giornale dal 2013, mamma di tre figli, felicemente sposata, ritengo un dono l'amicizia, sono allegra, amo leggere, scrivere, cucinare, camminare, adoro stare all'aria aperta.

Articolo precedente

Crisi, Mirabelli (PD): “Ripartire da Conte, confermare o allargare la maggioranza”

Articolo successivo

Novità nel centrosinistra a Bresso: la Lista Manni diventa “Costruire Insieme”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.