7 Dicembre 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

“Ripartire senza mai mollare”

Il Circolo ricreativo sportivo Unione (noto come Circolo dei Marchigiani) è conosciuto per la sua attività sociale verso i soci e la cittadinanza del nostro territorio. Un punto di ritrovo per grandi e piccini con un’area verde sempre ben curata grazie al lavoro volontario di tanti soci. La Festa d’estate con musica e gastronomia che ha sempre coinvolto tanta parte del quartiere e non solo. Una sede interna con spazio per il gioco delle carte, il biliardo e la televisione per gli appuntamenti calcistici di rilievo. Le serate di ballo con cena per i soci. Le gare che il “Gruppo Ruzzola” ha effettuato in provincia e fuori regione. Tutto annullato dalla pandemia. Ne abbiamo parlato con Mario Turchi, presidente pro tempore del Circolo R.S. Unione.
Presidente, cosa comporta, per il Circolo, questa ulteriore chiusura imposta dalla recrudescenza della pandemia?
La mancanza di accesso alla sede reca ai soci grande disagio nella vita quotidiana e li priva di quel contatto umano importante anche per la vitalità del circolo.
Quanto ha pesato, sul bilancio, questo susseguirsi di blocchi? Pensate di recuperare le perdite subite? C’è stato qualche sostegno da parte dell’amministrazione? 
La conseguenza del blocco sono le mancate entrate di cassa mentre le spese continuano a generarsi con risultato negativo sul bilancio economico. Pensare a un recupero in questo momento è impossibile per i vincoli imposti dal decreto. Aiuti da parte dell’amministrazione comunale, momentaneamente, non ne abbiamo ricevuti.
L’ultimo decreto “ristori” potrà esservi d’aiuto per coprire i mancati introiti? 
A seguito di questo decreto ci siamo attivati per la richiesta. Speriamo che sia accettata per fronteggiare le perdite subite che a tutt’oggi sono rilevanti.
Pensa che questa situazione porterà a un calo delle iscrizioni e della partecipazione dei soci all’attività del Circolo?
A livello di soci iscritti, il circolo ha avuto una notevole diminuzione, che si giustifica con la mancata attività del circolo stesso.
Parlare di progetti futuri può sembrare fuori luogo, ma come contate di riprendere tutte le vostre iniziative, non appena sarà possibile? 
I progetti per il futuro saranno di ripartire al massimo delle attività e iniziative e puntare a utilizzare le strutture esistenti con l’apporto di forze nuove, possibilmente giovani, e consolidando la terza età già ampiamente presente e assai importante. Comunque lotteremo con tutte le nostre forze per rimanere presenti più a lungo possibile nella nostra città perché questa è la nostra caratteristica genetica: non mollare mai!

Luigi Filipcic

Sono nato a Milano nel 1949. Dal 1993 sono iscritto all’Albo dei giornalisti pubblicisti. Collaboro con il giornale “la Città” di Cinisello Balsamo dal 2004. Nel giornale, attualmente mi occupo in particolare delle pagine sportive. Mi appassiona lo sport, soprattutto l’atletica leggera, il ciclismo, il volley, il basket e il tennis. Mi piace molto leggere. Ho circa 500 libri, in particolare saggi e scritti di storia. Mi diverto a lavorare il legno ricavando vari oggetti. Tra quelli che ho realizzato ci sono due scacchiere, con i relativi pezzi da gioco, ambedue regalate con molto piacere. Rispetto la natura e l’ambiente, amo il mare e i suoi splendidi colori. Delle persone apprezzo molto la sincerità e l’educazione.

Articolo precedente

Catania (PD): “Il comune deve fare di più”

Articolo successivo

Cinisello, città di cultura e accoglienza. Giorgio Bocca disse: “Viva come nessun’altra”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.